WALL STREET: INDICI IN BUON RIALZO AL GIRO DI BOA

14 Gennaio 2004, di Redazione Wall Street Italia

Borsa americana in rialzo, lanciata verso nuovi massimi da parecchi mesi a questa parte (in particolare per quanto riguarda l’ indice S&P 500) in una giornata caratterizzata dalla diffusione delle prime trimestrali di ‘grido’ e del Beige Book della Federal Reserve.

Oggi è ripreso inoltre l’ afflusso di dati macroeconomici, con i prezzi alla produzione in crescita oltre le stime (+0,3% a dicembre), anche se il ‘core rate’ è calato a sorpresa dello 0,1%.

Il deficit commerciale a novembre è invece diminuito, contro ogni previsione, a 38 miliardi di dollari, segno che il dollaro debole sta cominciando a produrre i suoi effetti in termini di sostegno alle esportazioni e di parallelo contenimento dell’ import.

Ma oggi è appunto la giornata delle prime trimestrali significative, che riguardano peraltro tutti titoli tecnologici, vale a dire Intel, Apple e Yahoo! e che saranno comunicate a Borsa chiusa. Fra i titoli scambiati oggi a New York, brilla Rockwell Collins, che produce fra l’ altro radio per uso militare, in quanto il titolo sale vistosamente, l’ 8,8% in più, a 32,6 dollari, dopo che sono state riviste al rialzo le previsioni di utile riferite al 2004.

Bene fra i telefonici AT&T Wireless, +70 cents, a 9,25 dollari (oltre l’ 8% in più), sulla scia delle indiscrezioni relative ad un interesse nei suoi confronti da parte di SBC Communications e di BellSouth. Queste ultime rispettivamente guadagnano cinque cents (a 26,45 dollari) e otto cents (a 29,01 dollari).

Apple, in attesa della trimestrale, perde invece un cent, a 24,11 dollari anche se le previsioni al riguardo sono molto positive, in quanto la società dovrebbe aver conseguito un utile di 14 cents per azione contro i tre cents dell’ anno prima. Quanto ad Intel, il colosso dei chips arretra in Borsa di 21 cents, a 33,38 dollari, dopo aver peraltro corso davvero molto nel 2003, avendo più che raddoppiato la capitalizzazione.

Yahoo! cede invece 68 cents, a 48,12 dollari; in questo caso gli analisti si aspettano un utile per azione di undici cents, contro gli otto cents del pari periodo dell’ anno precedente. In deciso rialzo, fra i titoli Internet, è peraltro Sina, +4,11 dollari (a 47,08) dopo che il sito Web leader sul mercato cinese ha raggiunto un accordo con la stessa Yahoo! che consentirà di creare un servizio di vendita all’ asta online per il mercato di Pechino.

Nel comparto commerciale, May Department Stores sale di 1,36 dollari, a 31,71 dollari, dopo che un analista di J.P. Morgan Securities ha alzato la valutazione sul titolo a ‘neutral’ dalla precedente ‘underweight’ (sottopesare). Fra i farmaceutici, Adolor è in forte arretramento, -6,86 dollari (a 14,92), in quanto l’ azienda ha reso noto che la sperimentazione condotta su un prodotto specifico destinato al ripristino delle funzioni intestinali dopo gli interventi chirurgici non ha dato i risultati sperati.

Fra gli altri titoli minori, XM Satellite Radio Holdings, la maggiore radio satellitare degli Usa, perde 82 cents, a 26 dollari. Il tutto come conseguenza dell’ annuncio relativo all’ intenzione di vendere un quantitativo di azioni per un corrispettivo pari a 482,8 milioni di dollari. Infine, Shaw Group, che opera nell’ impiantistica al servizio delle società del comparto energetico, perde 1,24 dollari, a 11,76. L’ azienda ha accusato nel quarto trimestre una perdita di quasi 50 milioni di dollari per via della domanda piuttosto fiacca. Attorno alle 17.50 ora italiana l’ indice Dow Jones guadagna lo 0,69% a 10.499,26 punti, il Nasdaq composite lo 0,45% a 2.106,87 e lo S&P 500 lo 0,52% a 1.127,1.