WALL STREET: INDICI CONTRASTATI, NASDAQ POSITIVO

21 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Apertura delle borse di New York con segno piu’ per l’Indice Nasdaq, mentre il Dow Jones parte in leggera perdita. L’attenzione degli investitori sembra essere passata sulle prossime mosse della Federal Reserve Bank sui tassi d’interesse.

Dopo la reazione negativa al taglio dei tassi d’interesse di 0,50 punti percentuale effettuato martedi’ dalla Federal Reserve Bank, gli investitori sembrano oggi piu’ positivi.

Influiscono le prospettive di un ulteriore taglio prima del prossimo meeting del Federal Open Market Committee, l’organo della Fed responsabile della politica monatria USA, in programma per il 15 maggio.

Dopo l’annuncio di martedi’, gli indici hanno registrato pesanti perdite, con il Dow Jones a un passo dal minimo delle ultime 52 settimane.

Molti investitori avevano visto deluse le proprie aspettative di un taglio di 0,75 punti percentuale, reagendo a caldo con una valanga di ordini di vendita.

Oggi pero’ l’attenzione e’ gia rivolta alle prossime mosse della Fed, e molti broker sono pronti ad approfittare dell’ipervenduto di martedi’.

Non sembra neanche pesare il dato sui prezzi al consumo di febbraio reso noto questa mattina dal dipartimento del Lavoro USA.

L’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti e’ aumentato a febbraio dello 0,3%. Gli analisti di Wall Street si attendevano una crescita contenuta allo 0,2%. L’indicatore era cresciuto in gennaio dello 0,6%.

Il dato mostra un’inflazione non completamente sotto controllo, mentre nel documento che ha accompagnato la decisione di martedi’ della Federal Reserve Bank di tagliare i tassi dello 0,5% l’inflazione non e’ stata nominata come fonte di preoccupazione.