Società

WALL STREET INCERTA IN AVVIO POI SI SPINGE AL RIALZO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Dopo l’incerta partenza i listini azionari americani si sono spinti al rialzo, trattando ai migliori livelli giornalieri dopo appena due ore dall’avvio delle contrattazioni. Il Dow Jones avanza dell’1% a 12338, l’S&P500 dell’1.18% a 1415, il Nasdaq guadagna lo 0.90% a 2429.

L’ondata di sell nell’ultima seduta ha spinto la performance da inizio anno dei principali listini Usa in territorio negativo, ma il recupero della borsa cinese salita dopo le rassicurazioni del premier relative ad una maggiore attenzione sulla sicurezza dei mercati azionari, sembra offrire un contenuto supporto ai listini.

Contrastati i dati macroeconomici diffusi in mattinata. Sostanzialmente in linea con le attese il dato sul Prodotto Interno Lordo del quarto trimestre, rivisto ad una crescita del +2.2% dalla lettura preliminare del +3.5%; in leggero calo rispetto alle stime il Chicago PMI, sceso a 47.9 punti dai 48.8 del mese precedente. In caduta libera, invece, il dato sulle vendite di case nuove crollato a gennaio del 16.6%.

QUI SU WALL STREET ITALIA TROVI LE QUOTAZIONI IN TEMPO REALE E IL BOOK A 15 LIVELLI DI TUTTE LE AZIONI AMERICANE. CLICCA SU TotalView ALL’INTERNO DI INSIDER

Sul fronte societario, soffre il colosso degli oggetti per la casa Home Depot ([[HD]]), che non vede alcun segnale di ripresa del comparto prima della seconda meta’ dell’anno. In sensibile progresso invece il gruppo telecom Sprint-Nextel ([[S]]), forte della trimestrale migliore delle attese, e il colosso aerospaziale Boeing ([[BA]]), che ha visto alzarsi il rating da parte degli analisti di JP Morgan.

Nel comparto energetico, il petrolio tratta in ribasso di $1.05 a $60.41 al barile, dopo che i dati sulle scorte hanno dimostrato un rialzo delle riserve di greggio e un calo di quelle di prodotti distillati (per i dettagli visita la sezione Target News)

Nel comparto tecnologico, sale il colosso informatico Apple ([[AAPL]]) dopo le dichiarazioni del COO del gruppo, Tim Cook, secondo cui l’azienda resta posizionata a lanciare il nuovissimo telefono cellulare iPhone il prossimo giungo, stimando vendite di 10 milioni di unita’ entro il 2008.

Sugli altri mercati, sul valutario l’euro e’ in calo rispetto al dollaro a quota 1.3214. L’oro arretra di $18.00 a $669.20 l’oncia. In calo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.57%.