WALL STREET INCERTA, FORTI DUBBI SUGLI UTILI

8 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di settimana contrastato ma cauto per gli indici Usa, con gli investitori incerti sulla stagione degli utili trimestrali, per cui e’ previsto un rialzo inferiore rispetto a quello degli ultimi anni. Il Dow Jones arretra dello 0.11% a 12383, l’S&P500 e’ invariato a 1409, il Nasdaq e’ in progresso dello 0.09% a 2434.

Dopo aver chiuso la seduta di venerdi’ in rosso, a causa di un forte incremento dell’occupazione a dicembre che ha allontanato la possibile adozione di una politica monetaria meno restrittiva da parte della Fed, gli indici non riescono ad imboccare una strada ben precisa.

La mancanza di convinzione sia da parte dei compratori che da quella dei venditori sarebbe connessa ai dubbi relativi alla reale crescita dei profitti aziendali nell’ultimo trimestre. Dopo aver registrato un progresso a due cifre negli ultimi tre anni, gli utili societari potrebbero essere avanzati in misura inferiore nell’ultimo periodo (stime: 9%-10%). Molto importante a proposito sara’ l’outlook che verra’ emesso dal gigante dell’alluminio Alcoa, che proprio domani dara’ inizio ala stagione degli utili.

Nel comparto energetico, il petrolio e’ in buon rialzo in mattinata, impegnato nel recupero di parte del terreno ceduta nei primi giorni di contrattazioni del 2007. Al momento i futures con scadenza febbraio segnano un progresso di $1.03 e vengono scambiati a $57.34 al barile. L’Arabia Saudita ha dichiarato di voler effettuare interamente il taglio alla produzione deciso nel meeting dell’OPEC, senza escludere ulteriori modifiche alla quantita’ di output.

Sul fronte societario si e’ assistito ad una serie di accordi, che come al solito rappresentano un segnale di forza per le borse. La conglomerata industriale General Electric ([[GE]]) ha raggiunto un accordo per l’acquisto di Vecto Gray, fornitore di attrezzatura utilizzata nei processi di trivellazione, per un controvalore di $1.9 miliardi.

Forest Oil ([[FST]]) ha rilevato Houston Exploration ([[THX]]) ad un prezzo di $1.5 miliardi da pagarsi in titoli e contanti.

Nel comparto hi-tech, un certo ottimismo lo si respira nell’industria dei chip, premiata da un upgrade di UBS; gli stessi analisti hanno rivisto al rialzo il giudizio su Network Appliance ([[NTAP]]). Sale anche Apple Computer ([[AAPL]]) grazie alla revisione delle stime sugli utili da parte di JP Morgan.

Hai gia’ provato le quotazioni in tempo reale e il book a 15 livelli del NASDAQ? Scopri le eccezionali performance di questo tool, vai su INSIDER.

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ stabile sul dollaro a quota 1.3005. L’oro avanza di 80 centesimi a $610.10 all’oncia. In calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 4.674%.