WALL STREET IN STALLO, DEBOLI I FINANZIARI

13 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il mercato americano taglia il traguardo di meta’ seduta in lieve ribasso, spingendo l’indice allargato Standard & Poor’s 500 in calo dai massimi di un anno toccati ieri. A pesare sui listini e’ in particolare la performance sottotono dei finanziari, dopo che l’analista Meredith Whitney ha deciso di declassare i titoli di Goldman Sachs dicendo di essere molto meno rialzista sui titoli bancari.

Goldman, che annuncera’ i conti fiscali giovedi’ 15 ottobre, scivola cosi’ del 2.3%, in seguito alla decisione della Whitney di tagliare il rating a Neutral, suggerendo agli investitori di trarre profitti dopo che i titoli hanno piu’ che raddoppiato il loro valore dall’inizio del rally del mercato i primi di marzo. Da quando l’analista aveva alzato la raccomandazione a Buy, il 13 luglio scorso, i titoli hanno accumulato guadagni del 30%.

All’interno del comparto, si fanno particolarmente pesanti i cali di JP Morgan Chase, Bank of America e Wells Fargo. Whitney ha precisato che l’incremento delle insolvenze sui prestiti pesera’ sugli utili degli istituti nel terzo trimestre. Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare accedendo alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 76 centesimi al giorno, provalo ora!

A proposito di conti fiscali le azioni Johnson & Johnson scivolano del 2.7% dopo che la blue chip ha anunciato un fatturato inferiore alle stime degli analisti. Gli utili sono invece risultati superiori alle attese e l’azienda ha rivisto al rialzo le linee guida per l’intero esercizio.

“Dopo aver assistito ad una corsa impressionante dei listini, ora penso che siamo semplicemente in una fase di digestione di quei guadagni”, sostiene Joseph Keating, chief investment officer di RBC Bank, sottolineando inoltre un certo “nervosismo in vista della settimana ricca di trimestrali”.

Nel frattempo il colosso assicurativo American International Group sta continuando il suo programma di smaltimento degli asset. La divisione di assicurazione taiwanese verra’ ceduta all’azienda di Hong Kong Primus Financial per una cifra pari a $2.2 miliardi. Sempre in ambito di notizie societarie, Cisco Systems ha trovato un accordo per l’acquisto di Starent Networks, che offre un supporto agli operatori wireless nel business dei telefoni palmari. La societa’ di reti sborsera’ $2.9 miliardi. Intanto Jeffrey M. Peek, il presidente e AD del travagliato gruppo finanziario CIT, ormai sull’orlo della bancarotta, ha intenzione di rassegnare le sue dimissioni alla fine dell’anno.

Ieri il paniere allargato e’ salito sui massimi di un anno, sulle speculazioni che i risultati societari in miglioramento finiranno per allungare il rally del mercato che dura ormai da sette mesi. La settimana scorsa il colosso dell’allumino Alcoa ha annunciato di aver chiuso il trimestre inaspettatamente in utile.

Secondo le stime degli analisti, le societa’ componenti l’S&P 500, che ha accumulato guadagni pari al 58% dai minimi di 12 anni toccati il 9 marzo scorso, archivieranno il nono trimestre consecutivo in rosso, la serie negativa piu’ lunga dalla Grande Depressione. La crescita si dovrebbe tornare a vedere negli ultimi tre mesi dell’anno.

A livello settoriale le migliori performance sono segnate dai comparti: Home Builders-XHB +2.8%, Gold Miners-GDX +2.2%, Gasoline-UGA +1.4%, Heating Oil-UHN +1.2%, Global Shippers-SEA +1.1% e Retail-RTH +1.0%. Tra i piu’ forti ribassi: Natural Gas-UNG -4.3%, Base Metals-DBB -2.5%, Insurance-KIE -1.9%, Solar-TAN -1.7%, Oil Services-OIH -1.3% e Real Estate-IYR -1.3%.

Alle 18:45 circa il volume di scambio e’ di 441 milioni di pezzi al NYSE e 937 milioni al Nasdaq. I titoli in rialzo contro quelli in ribasso sono 1181 a 1735 al Nyse e 1116 a 1391 al Nasdaq. I nuovi massimi contro i nuovi minimi delle ultime 52 settimane sono: 114 a 3 al NYSE e 79 a 9 al Nasdaq.

Sullo stesso tema leggere anche gli articoli, analisi e commenti pubblicati da Wall Street Italia nelle ultime settimane:

WALL STREET: ATTENZIONE CHE SIAMO QUASI AL FINALE

WALL STREET: IL RIALZO PIU’ INGANNEVOLE DELLA STORIA

GURU CATASTROFISTI: SI CONSIGLIA SOLO A UN PUBBLICO MATURO

ALERT AZIONARIO: STA NASCENDO UNA BOLLA

FENOMENOLOGIA DEL RALLY DEL BABBEO (A NEW YORK)

BORSA: OBIETTIVI RAGGIUNTI, L’ANALISI TECNICA GETTA LA SPUGNA