WALL STREET IN ROSSO SU PROSPETTIVE HIGH-TECH

19 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

A poco piu’ di un’ora dal termine delle contrattazioni a Wall Street, l’indice Dow Jones cede lo 0,48% e anche il tabellone elettronico del Nasdaq e’ tornato in rosso con un ribasso frazionale dello 0,1%.

La ritrovata fiducia degli investitori per i titoli della “vecchia economia” e’ stata offuscata dai deludenti risultati di due giganti del calibro di International Business Machines (IBM) e Intel (INTC).

Le due Blue Chip hanno realizzato nel primo trimestre dell’anno fatturati al di sotto delle aspettative di mercato e questo ha generato preoccupazioni sul futuro dell’intero comparto tecnologico.

Gli ordini di vendita riguardano soprattutto le societa’ ad alta capitalizzazione, mentre gli operatori stanno cercando buone opportunita’ fra le piccole societa’ con conti in ordine e prodotti innovativi. La cartina di tornasole di questa tendenza e’offerta dal rialzo del 3,46% dell’indice Russell 2000.

Sono in rialzo il settore della carta, quello farmaceutico, petrolifero e delle telecomunicazioni.

Marciano in ribasso i titoli del settore bancario, assicurativo, del brokeraggio e del software.