WALL STREET IN ROSSO, NON RIPARTONO GLI ACQUISTI

22 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di settimana negativo a Wall Street, con gli indici poco distanti dalla linea di parita’. Il Dow Jones arretra dello 0.12% a 12550, l’S&P500 cede lo 0.03% a 1430, il Nasdaq e’ in ribasso dello 0.15% a 2447. A pesare sull’indice industriale e’ un downgrade emesso dagli analisti di Wachovia sul colosso aerospaziale Boeing ([[BA]]).

Il calendario odierno sara’ privo di aggiornamenti economici. Il dato di dicembre sul Superindice e’ slittato di un giorno e verra’ comunicato nella giornata di domani.

L’attenzione degli operatori continuera’ ad essere maggiormente polarizzata quindi dalle notizie societarie. A sostenere il comparto hi-tech, particolarmente sofferente la scorsa settimana (Nasdaq -2.1%, S&P Technology -3.4%), potrebbe essere la possibile adozione dei microprocessori Intel ([[INTC]]) all’interno dei computer sviluppati da Sun Microsystems ([[SUNW]]). Le societa’ saranno entrambe impegnate in una conferenza stampa nelle prossimi ore. Intanto il titolo INTC sale dello 0.72%, SUNW e’ in rialzo dell’1.91%.

Nel comparto farmaceutico, sale frazionalmente Pfizer ([[PFE]]), dopo aver riportato utili trimestrali quasi quadruplicati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I risultati finanziari e le prospettive di crescita dei profitti continueranno a costituire un elemento di primaria importanza nell’arco dell’intera settimana. Tra le altre societa’ che riporteranno i numeri fiscali in giornata spiccano American Express ([[AXP]]) e Texas Instruments ([[TXN]]).

Tra i titoli finanziari, avvio molto positivo per il colosso Citigroup ([[C]]), spinto dalla promozione del CFO Sallie Krawcheck a presidente e CEO della divisione “Global Wealth Management”.

Nel settore energetico, il greggio e’ tornato a guadagnare terreno grazie ad un calo delle temperature nella zona nord-orientale degli Stati Uniti. Nei primi minuti i futures con scadenza febbraio, oggi all’ultimo giorno di scambi, sono in progresso di 41 centesimi a $52.40 al barile.

Hai gia’ provato le quotazioni in tempo reale e il book a 15 livelli dei 3200 titoli NASDAQ e dei 2764 titoli NYSE? Non morire di noia con le 299 azioni di Borsa Italiana, scopri le eccezionali performance di BOOK NASDAQ, clicca su INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in leggero calo rispetto al dollaro a quota 1.2941. L’oro arretra di $1.50 a $634.90 all’oncia. Invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.7730%.