WALL STREET IN RIALZO GRAZIE A RETAIL E CALO GREGGIO

4 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

BORSA: WALL STREET SORRIDE SU CALO GREGGIO, TRIMESTRALI/ANSA

Wall Street procede su rialzi frazionali, sostenuta dalla seconda seduta consecutiva di ribassi del greggio e da trimestrali superiori alle attese quali quella della conglomerata Tyco e della catena di cibo biologico Whole Foods Market. Gli indici avevano tuttavia aperto deboli, accusando il dato relativo al costo del lavoro del primo trimestre negli Usa risultato in aumento del 2,5%, più del doppio dell’incremento dell’1,2% atteso dagli analisti.

Un’ indicazione che ovviamente va nella direzione di riproporre i timori relativi alla dinamica dell’ inflazione e dei tassi d’ interesse. Ieri gli indici Usa erano calati proprio sui timori del proseguire della strategia rialzista da parte della Federal Reserve dopo la comunicazione di dati macro superiori alle attese.

Guardando all’andamento dei singoli titoli, si segnalano i guadagni di Tyco (+83 cents, a 27,77 dollari), maggior produttrice mondiale di sistemi di sicurezza, che traina tutto il comparto industriale.

E’ tonica anche General Electric, in progresso di 22 cents, a 34,62 dollari. Sugli scudi Whole Foods che balza del 10%, a 68,42 dollari. La big del comparto alimentare, oltre ad aver comunicato una trimestrale brillante, ha anche annunciato che le vendite dell’anno fiscale che termina a settembre saranno sulla parte alta del range di previsioni.

In chiaroscuro il comparto retail dopo il brillante dato (+6,6%) sulle vendite di aprile, favorite da un tempo insolitamente mite e dalla Pasqua alta: Wal-Mart cede 51 cents, a 46,18 dollari, risentendo delle modeste stime relative alle vendite di maggio (un range di +2%-4%) mentre Costco avanza dell’1,3%, a 54,66 dollari e Talbots balza del 6,5%, a 25,06 dollari, avendo entrambe superato le attese degli analisti nelle vendite di aprile.

Scivolone per Kodak dopo la comunicazione della sesta trimestrale consecutiva in rosso. La big della fotografia cede 1,20 dollari, a 26,15 dollari. Bene invece il colosso del commercio elettronico Amazon.com che si avvantaggia dell’upgrading di Citigroup e guadagna 59 cents, a 34,55 dollari.

Quando sono trascorse due ore e mezza circa dall’avvio delle contrattazioni, questa la situazione dei principali indici della Borsa Usa: il Dow Jones sale dello 0,46% (11.452,39 punti), lo S&P 500 avanza dello 0,40% (1.313,08 punti) e il Nasdaq è in progresso dello 0,81% (2.322,67)