WALL STREET IN RIALZO, BENE ENERGIA E HI-TECH

11 Febbraio 2008, di Redazione Wall Street Italia

La settimana si e’ aperta col segno positivo per la borsa di New York. Il Dow Jones e’ avanzato dello 0.48% a 12240, l’S&P500 dello 0.59% a 1339, il Nasdaq ha chiuso in progresso dello 0.66% a 2320. Come ormai accade spesso, il trading e’ apparso nervoso anche oggi a causa delle contrastate notizie giunte dal fronte societario e delle preoccupazioni sullo stato dell’economia.

Dopo l’esitazione iniziale i listini sono riusciti a spingersi al rialzo guidati dal comparto energetico che ha trovato supporto nel nuovo avanzamento del prezzo del petrolio. Exxon Mobil (XOM) e ConocoPhillips hanno segnato il passo all’intero comparto, in rialzo per la terza seduta consecutiva. I futures con consegna marzo sull’oro nero sono avanzati di $1.82 a $93.59, massimi di un mese, dopo che Valero Energy (VLO) ha annunciato la chiusura di una raffineria in Delaware a causa di problemi tecnici all’interno dell’impianto.

Chevron (CVX) ha chiuso anch’esso in territorio positivo, forte della notizia relativa all’ingresso fra i 30 componenti del Dow Jones assieme al colosso finanziario Bank of America (BAC). Si tratta del primo cambio degli ultimi 4 anni all’interno dell’indice industriale: le compagnie uscenti sono Honeywell (HON) e Altria (MO), quest’ultima a causa degli spin-off effettuati su Kraft e Philip Morris.

Sul mercato ci sono sempre opportunita’. E con news gratis, non le trovi. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul link INSIDER

Nel comparto hi-tech, i riflettori hanno continuato ad illuminare Yahoo! (YHOO), balzato ai massimi di tre mesi dopo il rifiuto della proposta di acquisto avanzata due settimana fa dal colosso Microsoft (MSFT). Il management del gigante media online ha valutato l’offerta da $42 miliardi non sufficiente. La societa’ di Gates potrebbe ora rilanciare nel tentativo di rendere maggiormente appetibile la proposta, oppure potrebbe perseguire la strada di un takeover ostile. Ma non e’ da escludere l’ingresso di nuovi pretendenti al gruppo media online come piu’ volte si e’ vociferato nei giorni scorsi.

Il rally dei titoli energetici e le buone performance registrate nel comparto hi-tech hanno temporaneamente oscurato la difficile condizione macroeconomica e i pessimi segnali che hanno continuato a giungere dal settore finanziario. Come piu’ volte accennato, la crisi del credito e’ ancora ben lontana dall’essere risolta, e l’annuncio del colosso assicurativo American Internation Group (AIG), conferma tale tesi. AIG e’ crollato di oltre l’11% (peggiore performance intraday degli ultimi 20 anni) dopo che gli auditors hanno rilevato una “debolezza materiale” nel modo in cui l’azienda ha sopravvalutato l’effettivo valore di alcuni asset finanziari (nel particolare dei CDO – Collaterilez Debt Obligation). Le voci sono per svalutazioni comprese tra $5 e $20 miliardi.

Tra le news di fusioni ed acquisizioni, in evidenza ancora una volta il comparto aereo. Delta Air Lines (DAL) e Northwest Airlines (NWA) potrebbero raggiungere presto un accordo di merger dopo aver gia’ discusso i dettagli sui piani gestiti dai sindacati dei piloti. Nel settore telecom, Motorola (MOT) e Nortel Networks (NT) sono in trattative per l’unificazione delle infrastrutture wireless, un’operazione che potrebbe originare vendite per $10 miliardi annui.

Sugli altri mercati, sul valutario, in lieve progresso l’euro nei confronti del dollaro. Nel tardo pomeriggio di lunedi’ a New York il cambio tra le due valute e’ di 1.4523. In rialzo l’oro. I futures con consegna aprile sul metallo prezioso hanno chiuso in rialzo di $4.40 a $926.70 all’oncia. Bene infine i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.6180% dal 3.6540% di venerdi’.

parla di questo articolo nel Forum di WSI