WALL STREET IN RALLY, OTTIMISMO SUGLI UTILI

12 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Travolti da una pioggia di acquisti, i mercati americani chiudono la seduta in rally. A infondere entusiasmo tra gli investitori sono stati principalmente le notizie confortanti provenienti sul fronte degli utili ed in particolare i bilanci di Yahoo! (YHOO – Nasdaq) e Motorola (MOT – Nyse).

A beneficiare dell’ottimismo riapparso sui mercati e’ stato innanzitutto il Nasdaq Composite che, con un rialzo di oltre il 5,3%, si riavvicina a quota 2.100 punti. Una crescita cosi’ forte sul Nasdaq non si vedeva dal 21 maggio scorso.

Ottimi anche i guadagni sull’indice Dow Jones sul quale si e’ fatto sentire l’influsso positivo di Microsoft (MSFT – Nasdaq).

Il Nasdaq ha chiuso a 2.075,74 (+5,26%), il Dow Jones a 10.478,99 (+2,32%), l’ S&P 500 a 1.208,14 (+2,37%) e il Russell 2000 a 489,04 (+2,78%).

Rassicurati dalle buone performance di Yahoo! e Motorola, trader ed investitori hanno visto di buon occhio l’annuncio della societa’ di Bill Gates, che prevede per il secondo trimestre vendite superiori a quanto precedentemente anticipato.

“L’annuncio di Microsoft e’ quello che gli investitori stavano cercando”, ha dichiarato Brian Slater della societa’ d’investimento Condor Capital Management, aggiungendo che se Microsoft continua ad andare bene, potrebbe far credere che Intel (INTC – Nasdaq) e i produttori di personal computer inizieranno a vedere un miglioramento.

Ed e’ proprio sugli utili aziendali che il mercato si e’ focalizzato oggi. Nella giornata di mercoledi’ le societa’ che hanno annunciato gli utili sono state 18, a cui se ne aggiungono altre 23 che hanno riportato i dati trimestrali prima dell’apertura odierna dei mercati.

Di queste 41, 26 hanno battuto le stime degli analisti, mentre solo 4 hanno registrato un risultato inferiore alle attese. Le altre hanno avuto risultati in linea con le previsioni.

“La reazione dei mercati mostra la sensibilita’ degli investitori rispetto a tutte le notizie riguardanti i bilanci delle societa’ USA – ha detto Peter Gottlieb, analista presso First Albany Asset Management (societa’ finanziaria) – e’ ora tornata la speranza che il peggio possa essere ormai alle spalle”.

Sul fatto che il peggio sia ormai passato ne e’ convinta anche Holly Becker, analista della banca d’affari Lehman Brothers.

“Vi e’ deciso ottimismo sull’high tech – ha detto l’analista – e’ possibile ora sperare in una veloce ripresa degli utili aziendali”.

Tra i titoli high tech, in controtendenza rispetto al mercato solo il settore biotecnologico, dove l’ Amex Biotech Index (BTK – Amex), l’indice piu’ rappresentativo del comparto, ha segnato una flessione di oltre il 2%. Per le societa’ biotech, si tratta della terza seduta consecutiva di ribassi.

Ad influire negativamente sono le stime di Genentech (DNA – Nyse) sul futuro del mercato. Il colosso USA, che ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile di 7 centesimi per azione, in linea con le attese, ha fatto sapere che le vendite continueranno a calare qualora la Food and Drug Administration (FDA) non approvera’ il nuovo farmaco Xolair.

L’attenzione degli investitori sul fronte degli utili ha fatto passare in secondo piano il dato sui sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, cresciuto di 42.000 unita’ nella settimana conclusasi il 7 luglio scorso.

Il dato settimanale raggiunge cosi’ quota 445.000, il livello piu’ alto degli ultimi nove anni.

Un sondaggio condotto dal canale televisivo CNBC insieme all’agenzia di stampa Dow Jones mostra che gli economisti intervistati si attendevano un calo di 9.000 unita’ per la settimana conclusasi sabato scorso.

Adesso gli investitori attendono i dati macroeconomici di venerdi’: l’indice dei prezzi alla produzione in giugno, una misura delle pressioni inflazionistiche, e le vendite al dettaglio, sempre di giugno.

Sui listini in generale, hanno mostrato una tendenza al rialzo i settori chip, software, tempo libero, infrastrutture per le tlc, brokeraggio, assicurativo, trasporto aereo, PC, calzaturiero, bancario, grande distribuzione, edilizio, areospaziale.

In ribasso, invece, i settori farmaceutico, alimentare, sanitario, ospedaliero, tabacco, oro, petrolio.

Tra i titoli che oggi hanno strappato rialzi d’eccezione sulle borse americane:

1) Energy Conversion Device (ENERW – Nasdaq) +135,71%;
2) Helen of Troy (HELE – Nasdaq) +36,61%;
3) Printronix (PTNX Nasdaq) – +30,04%;
4) Harris Interactive (HPOL – Nasdaq) +26,58%;
5) RF Micro Devices (RFMD – Nasdaq) +25,49%.

I ribassi si sono invece particolarmente accaniti contro:

1) Genstar Therapeutics Corp (GNT – Amex) -46,52%;
2) BBVA Banco Frances (BFR – Nyse) -41,30%;
3) Wet Seal (WTSLA – Nasdaq) -26,89%;
4) UNIFAB International (UFAB – Nasdaq) -21,06%;
5) TEAM Mucho (TMOS – Nasdaq) -19,75%.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore biotech:

Genentech (DNA – Nyse) ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile di 7 centesimi per azione, in linea con le attese e ha fatto sapere che le vendite continueranno a calare qualora la Food and Drug Administration (FDA) non approvera’ il nuovo farmaco Xolair. DNA ha ceduto il 6%.
(Vedi Borsa: Biotech in ribasso, pesa Genentech )

Nel settore caffetterie:

Nonostante il rallentamento economico, Starbucks Corp’s (SBUX – Nasdaq), la prima catena di caffetterie degli Stati Uniti, ha confermato di allargare la propria presenza in Europa. SBUX chiude la seduta senza variazioni di rilievo.
(Vedi Caffetterie: Starbuck’s punta all’Europa )

Nel settore editoriale:

Dow Jones & Co. (DJ – Nyse) ha registrato nel secondo trimestre dell’anno utili operativi superiori alle attese, ma ha fatto sapere che i risultati del terzo trimestre saranno in calo qualora “le condizioni economiche si manterranno deboli”. DJ registra oggi un rialzo del 4,75%.
(Vedi Utili: Dow Jones abbassa stime su 3° trimestre )

Nel settore energetico:

Enron (ENE – Nyse) ha pubblicato per il secondo trimestre dell’anno un utile netto di $404 milioni, o 45 centesimi per azione. ENE ha guadagnanto l’1%.
(Vedi Utili: Enron 45 centesimi per azione )

Nel settore farmaceutico:

Abbott Laboratories Inc. (ABT – Nyse) ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto di $529,05 milioni, pari a 34 centesimi per azione, contro i $685,2 milioni, o 44 centesimi per azione, avuti nello stesso periodo dell’anno precedente. ABT ha perso oltre il 2,25%.
(Vedi Utili: Abbott 34 centesimi per azione )

Nel settore finanziario:

Credit Suisse Group (CSGKY – Nasdaq) ha annunciato questa mattina il licenziamento di Allen Wheat, capo della divisione Credit Suisse First Boston. La decisione e’ arrivata poco dopo l’avvio di un’inchiesta federale USA sulle pratiche relative alla vendita dell’IPO che coinvolge la banca d’affari. CSGKY ha lasciato sul campo il 2,75%.
(Vedi Bufera analisti: numero uno di CSFB licenziato )

Il gruppo finanziario First Union (FTU – Nasdaq) ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile di $649 milioni, pari a 66 centesimi per azione. FTU ha guadagnato oltre il 2,75%.
(Vedi Utili: First Union batte le aspettative )

Nel settore infrastrutture per le tlc:

Lucent Technologies (LU – Nyse) ha annunciato che piu’ di 8.500 dipendenti hanno accettato l’offerta di liquidazione fatta dalla societa’. LU ha conquistato piu’ del 13,25%.
(Vedi Lucent: 8.500 dipendenti accettano buonuscita )

Nel settore industriale:

Il colosso industriale General Electric (GE – Nyse) ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto di $3,9 miliardi, pari a 39 centesimi per azione, in crescita del 15% sull’anno e in linea con le aspettative di mercato. Il presidente e amministratore delegato di General Electric, Jack Welch, ha annunciato che si dimettera’ ufficialmente dalla societa’ il 7 settembre prossimo.
GE guadagna oggi oltre il 5,25%.
(Vedi GE: presidente Welch si dimettera’ il 7 settembre e Utili: GE in linea con le attese di mercato )

Nel settore Internet:

Yahoo! (YHOO – Nasdaq) guadagna oggi oltre il 7,25% dopo aver pubblicato nella serata di mercoledi’ utili pro-forma, esclusi quindi gli oneri straordinari, al di sopra delle aspettative di mercato.
(Vedi Preborsa: Yahoo! +12% dopo bilancio trimestrale )

Nel settore moto:

Harley-Davidson (HDI – Nyse) ha riportato nel secondo trimestre un utile di 38 centesimi per azione, registrando un rialzo del 28% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Harley-Davidson inoltre lancera’ entro breve il suo nuovo modello di motocicletta in quasi 50 anni.
HDI adesso e’ oggi in rialzo del 7,5%.
(Vedi Harley-Davidson lancia nuovo modello moto e Utili: incremento del 28% per Harley Davidson )

Nel settore semiconduttori:

Stmicroelectronics (STM – Nyse) ha riportato un utile netto di $176,3 milioni nel primo semestre dell’anno, contro i $574,9 milioni guadagnati nello stesso periodo del 2001. STM ha guadagnato oltre il 5,75%.
(Vedi Piazza Affari: STM subisce downgrade di ABN Amro e
Utili: STM, $176,3 mln nel primo semestre 2001 )

Nel settore software:

Il colosso dei software Microsoft (MSFT – Nasdaq) ha fatto sapere di attendersi per il secondo trimestre dell’anno, il suo quarto fiscale, un fatturato tra $6,5 miliardi e $6,6 miliardi, al di sopra del range previsto in precedenza tra $6,3 miliardi e $6,5 miliardi. Sulla scia di questa notizia, MSFT conquista oggi il 7,5%.
(Vedi Utili: Microsoft alza stime su fatturato )

Nel settore wireless:

Motorola (MOT – Nyse) ha annunciato per il secondo trimestre una perdita netta di $759 milioni, pari a 35 centesimi per azione, contro un utile di 9 centesimi riportato nello stesso periodo dell’anno scorso. Il secondo produttore mondiale di telefoni cellulari, ha inoltre annunciato il prossimo taglio di 4.000 posti di lavoro.
MOT chiude la seduta odierna con un ottimo guadagno di oltre il 15,75%.
(Vedi Tlc: Motorola taglia 4.000 posti di lavoro , Utili: per Motorola perdita di $0,35 per azione e Utili: Motorola riduce stime 3° e 4° trimestre )