WALL STREET IN RALLY, I TORI TORNANO ALLA CARICA

17 Ottobre 2007, di Redazione Wall Street Italia

Avvio in rally per i listini Usa. A guidare i rialzi e’ il comparto tecnologico con il Nasdaq in progresso dell’1.34% a 2801 punti; il Dow Jones avanza dello 0.43% a 13972, l’S&P500 segna un progresso dello 0.38% a 1544.

Dopo le ultime sedute caratterizzate dalle vendite, i tori tornano alla carica, incoraggiati dalle trimestrali societarie che hanno evidenziato un buon momento per le aziende americane, sia nel comparto tecnologico che in quello finanziario.

Intel (INTC) (cartina di tornasole del comparto dei chip) ha riportato un balzo del 43% dei profitti nell’after hour di ieri, il gigante media online Yahoo! (YHOO) ha comunicato utili per azione di 3 centesimi superiori al consensus, anche IBM (IBM) ha battuto le attese degli analisti. Nel comparto finanziario, ad offuscare i brutti numeri di Citigroup (C) ci ha pensato JP Morgan (JPM) che ha riportato un aumento dei profitti del 2% a $3.4 miliardi.

L’ottimismo originato dalle notizie societarie incoraggianti non ha accusato per il momento il pessimo dato sul comparto immobiliare che ha segnalato un crollo del 10.2% dei nuovi cantieri edili
a settembre, ai peggiori livelli degli ultimi 14 anni. Contenuto anche l’impatto dell’indicatore CPI
(Prezzi al Consumo), sostanzialmente in linea con il consensus del mercato.

Grande attenzione sara’ riposta sul comparto energetico a causa dell’ancora elevato prezzo del petrolio. Dopo aver ritracciato nel preborsa i futures con consegna novembre sono cresciuti di 38 centesimi a $87.99 al barile. Alle 16:30 ora italiana verranno diffusi i dati settimanali sulle scorte.

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’ difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in progresso sul dollaro a quota 1.4226. In rialzo l’oro: i futures con consegna dicembre guadagnano $5.30 a $767.30 all’oncia. Salgono infine i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.6410%.