WALL STREET IN PROGRESSO GUIDATA DALL’HI-TECH

24 Gennaio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Dopo aver trattato sotto tono nelle ultime sedute, il comparto tecnologico torna ad essere premiato dagli acquisti, grazie alle ultime trimestrali che hanno esteso l’ottimismo diffuso ieri da Texas Instrumenst ([[TXN]]). Il Dow Jones guadagna lo 0.18% a 12556, l’S&P500 lo 0.23% a 1431, il Nasdaq e’ in progresso dello 0.63% a 2446.

A destare maggiore interesse continua ad essere dunque l’high-tech, sulla scia degli ultimi bilanci di Yahoo! ([[YHOO]]) e Sun Microsystems ([[SUNW]]). Entrambi i titoli trattano al rialzo nei minuti iniziali, dopo che le societa’ hanno riportato profitti e ricavi superiori alle attese.

Yahoo! ha dichiarato che il nuovissimo sistema pubblicitario, noto come Panama, e’ in fase di rifinitura e, una volta lanciato, permettera’ al gruppo di migliorare i ricavi sul numero di pagine visitate nel corso dell’intero anno. Il titolo tratta in progresso di circa il 5% nonostante la societa’ abbia riportato una perdita del 62% (comunque migliore delle attese) e debba fare i conti con il downgrade di Goldman Sachs.

SUNW e’ invece riuscita a concludere un accordo di rilevante importanza con KKR Private Equity Investors LP, del valore di $700 milioni, che le permettera’ di puntare ad una futura crescita; il titolo sale del 9%.

In controtendenza il colosso dei chip Advanced Micro Devices ([[AMD]]), dopo aver riportato una perdita trimestrale che ha deluso gli investitori. Le azioni cedono il 5.37%.

Tra le blue chip, il colosso fast food McDonald’s ([[MCD]]) ha comunicato risultati record per il 2006, in linea con le attese degli analisti, che erano state riviste al rialzo proprio una settimana fa.

Restando in tema di utili societari, in giornata sono attesi i numeri del produttore di microchip Qualcomm ([[QCOM]]) e del colosso delle aste online eBay ([[EBAY]]); per quest’ultimo un aumento del 25% dei profitti (cosi’ come e’ stato stimato) potrebbe essere il piu’ ristretto degli ultimi 5 anni.

I mercati avranno anche tempo per valutare l’intervento del presidente Usa, George W. Bush, sullo Stato dell’Unione, in cui sono state avanzate nuove proposte sull’espansione delle coperture assicurative e sulla dipendenza dal greggio, puntando a fonti di energia alternativa.

Intanto, nel comparto energetico il petrolio sta cedendo parte dei robusti guadagni registrati nella giornata di ieri, in vista dei dati settimanali sulle scorte che dovrebbero risultare in crescita. Il clima rigido e l’intenzione degli Stati Uniti di raddoppiare la dimensione delle riserve strategiche di petrolio aveva spinto i contratti oltre la soglia dei $55. In mattinata i futures con scadenza marzo vengono scambiati a $54.61, in ribasso di 43 centesimi.

Hai gia’ provato le quotazioni in tempo reale e il book a 15 livelli dei 3200 titoli NASDAQ e dei 2764 titoli NYSE? Non morire di noia con le 299 azioni di Borsa Italiana, scopri le eccezionali performance di BOOK NASDAQ, clicca su INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in calo rispetto al dollaro a quota 1.2987. L’oro arretra di $3.60 a $642.40 all’oncia. Invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.80%.