WALL STREET IN NETTO CALO, ALERT SUPPORTI TECNICI

2 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta in netto calo per gli indici azionari americani. Ad occupare la scena sono ancora una volta i titoli finanziari, dopo le notizie negative annunciate dalla banca britannica HSBC e dal gruppo assicuratico AIG. Contenuto l’impatto dei dati macro rilasciati nel preborsa, che hanno segnalato un aumento delle spese al consumo e del reddito personale nel mese di gennaio.

Il calo della settimana scorsa ha posizionato i listini ai peggiori livelli di 12 anni, sara’ molto importante valutarne il comportamento sui livelli tecnici chiave. Gli analisti di Merrill Lynch stimano che nel caso di una violazione dei supporti, l’S&P500 potrebbe rischiare un ulteriore ribasso compreso tra il 5% ed il 10%, il che porterebbe l’indice tra i 700 ed i 665 punti.

L’attenzione resta incentrata sui titoli finanziari e sul comparto assicurativo, con Hsbc e American International Group impegnate in nuove operazioni di aumento di capitale. La prima (azione in ribasso -20.00%) ha annunciato un calo del 77% dei profitti netti per il 2008 ed un taglio al dividendo. Il management ha dichiarato che intendera’ vendere nuovi titoli agli investitori per raccogliere fino a $17.7 miliardi in nuovi capitali. Il gruppo assicurativo AIG invece ha richiesto un nuovo supporto al governo Usa per un’iniezione da $30 miliardi, dopo la massiccia perdita ($61 mld.) riportata nel quarto trimestre.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul
link INSIDER

Sul fronte economico, in calendario sono ancora presenti gli aggiornamenti sulla spesa per le costruzioni e sull’indice ISM manifatturiero. In entrambi i casi e’ attesa una contrazione dei valori rispetto al mese precedente.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico arretra il greggio. I futures con consegna aprile segnano un ribasso di $3.00 a $41.76 al barile. Sul valutario, scende l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.2602. In recupero l’oro a $952.20 l’oncia (+$9.70). In rialzo i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 2.9560%.