Società

WALL STREET IN FORTE RIALZO, POSSIBILE STOP AI TASSI

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Avvio di seduta in forte rialzo per gli indici americani, spinti dalle prospettive di uno stop al rialzo del costo del denaro a causa del rallentamento economico confermato dal dato sul Pil diffuso in mattinata. Il Dow Jones e’ in rialzo dello 0.77% a 11186, l’S&P500 avanza dello 0.74% a 1272, il Nasdaq guadagna l’1.04% a quota 2075.

Nel secondo trimestre, l’economia a stelle e strisce e’ cresciuta del 2.5% dal 5.6% precedente, attestandosi ad un livello inferiore rispetto a quello stimato dagli analisti, pari al 3%. Il fatto ha rafforzato le speranza di una possibile pausa alle strette creditizie operate dalla Fed: i futures sui fed funds ora segnalano una probabilita’ del 32% che nel meeting dell’8 agosto si possa verificare un nuovo aumento dei tassi.

L’altro dato in calendario, la fiducia Michigan di luglio, ha dimostrato un miglioramento rispetto ala stime preliminare salendo a 84.7 punti contro un consensus di 83.

Il debole dato sul Pil ha innescato un vero e proprio rally nel comparto obbligazionario: al momento i rendimenti sul Treasury a 10 anni sono in calo al 4.99%.

Per quanto concerne la cronaca societaria, sta soffrendo il titolo del colosso energetico Chevron a causa della deludente trimestrale. Sotto i riflettori potrebbe finire il colosso retail Wal-Mart che, stanco di attendere una ripresa dell’economia tedesca, ha deciso di vendere gli 85 ipermercati del Paese alla societa’ Metro AG.

Nel comparto hi-tech, giornata-no per la nota azienda sviluppatrice di software per la sicurezza dei Pc, McAfee, in seguito all’annuncio relativo alla riformulazione dei risultati passati a causa di pratiche non chiare sulle stock options.

Passando al settore energia, il petrolio sta cedendo parte dei guadagni registrati ieri,scivolando poco sopra la soglia dei $74. Nelle prime battute i futures con scadenza settembre segnano un calo di 46 centesimi a $74.08 al barile.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ in leggero ribasso rispetto al dollaro a quota $1.2672. L’oro arretra di $3.90 a $641.60 l’oncia.