Wall Street in denaro alla vigilia del Ringraziamento

24 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Rimbalza in avvio la borsa americana, alla vigilia della festività del Ringraziamento che vedrà i mercati finanziari statunitensi chiusi e in attesa di sviluppi nella crisi irlandese e nella vicenda tra le due Coree. Ieri S&P ha tagliato il giudizio sul debito di Dublino, confermando l’outlook negativo mentre oggi il premier irlandese Cowen dovrebbe annunciare il piano di austerity da 15 miliardi di euro in cambio degli aiuti internazionali. Dal canto suo il Portogallo sciopera per manifestare il proprio dissenso nei confronti del pacchetto di misure di austerità che il governo si appresta a varare. Intanto il Cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha ribadito davanti al Parlamento che la situazione della Zona Euro è estremamente delicata, nonostante Junker abbia smorzato oggi le preoccupazioni affermando che l’euro non è in pericolo. Occhio alle numerose statistiche macroeconomiche, con i redditi personali saliti più delle attese, i consumi cresciuti dello 0,4% incontrando perfettamente le attese del mercato e le richieste di sussidio di disoccupazione settimanali in flessione più di quanto previsto dagli analisti, sui minimi da luglio 2008. In calo del 3,3% nel mese di ottobre gli ordinativi di beni durevoli americani, risultando molto al di sotto delle stime degli analisti che avevano previsto un incremento dello 0,1%. La sfilata di numeri non è ancora finita: in agenda ci sono ancora la fiducia dei consumatori calcolata dall’Università del Michigan, le vendite di nuove case di ottobre e le scorte di petrolio settimanali. Sulle prime rilevazioni il Dow Jones mostra un rialzo dello 0,88% a 11133,7 punti, l’S&P500 un incremento dello 0,93% a 1191,7 punti ed il Nasdaq una plusvalenza dello 1,25% a quota 2519,9.