WALL STREET IN AVVIO OSTAGGIO DEI RIBASSISTI

4 Marzo 2003, di Redazione Wall Street Italia

Avvio negativo per i mercati americani, orientati alle vendite come ieri, sulla scia di un cotkail di spunti negativi, come la notizia dell’attentato terroristico nelle Filippine , la debolezza del dollaro, la brutta performance delle borse europee , le persistenti preoccupazioni per un attacco americano in Iraq e alcune indicazioni bearish societarie (vedi settore automobilistico, Sap e Disney).

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE IN prima pagina

L’esplosione di un ordigno all’areoporto di Davao City, sull’isola di Mindanao, ha provocato – questo il bilancio fin qui – 19 vittime e 144 feriti ed e’ avvenuta proprio mentre venivano rafforzati i controlli di sicurezza nel timore di attentati di estremisti nella parte meridionale del Paese prevalentemente cattolico, dove le forze governative stanno combattendo contro i ribelli musulmani che vogliono istituire uno stato islamico.

Intanto, sul fronte Iraq, Saddam Hussein ha dichiarato che il suo Paese uscira’ vittorioso da una guerra con gli Stati Uniti.

Non sono previsti per oggi dati macroeconomici, tuttavia sui mercati scottano ancora le brutte indicazioni emerse ieri sul settore manifatturiero (vedi indice Ism). Una nota positiva e’ arrivata comunque dal presidente della Fed Alan Greenspan
, che ha dichiarato negli Usa non si e’ creata una bolla immobiliare come molti temono.

Un incoraggiamento agli acquisti sulle borse arriva invece dal global strategist di Morgan Stanley, Barton Biggs, che all’indomani del pessimismo espresso da Warren Buffett sull’azionario, ha dichiarato di restare ancora “bullish” sui mercati finanziari. In una nota diffusa ai clienti, il guru sottolinea come, sebbene a fatica, i mercati continuano a resistere. Nell’attuale contesto, anche poche buone notizie potrebbero avere l’effetto di tradursi in un pronunciato rally. Per Biggs e’ in particolare il mercato tedesco ad avere grosse potenzialita’ di crescita.

IL FRONTE SOCIETARIO

Gli spunti negativi

settore automobilistico (DJ_ATO): la banca d’affari Deutsche Bank ha abbassato il rating da ‘Hold’ a ‘Sell’ su General Motors (GM – Nyse), Ford (F – Nyse), Delphi (DPH – Nyse) e Visteon (VC – Nyse). Alla base della revisione del giudizio, il prolungato calo della domanda di auto americane; la possibilita’ che il calo dei prezzi negli Stati Uniti potrebbe peggiorare se calano i tassi di capacity capacita’ di utilizzazione degli impianti; il fatto che la perdita di quote di mercato per i “Big 3” (General Motors, Ford e Daimlerchrysler) potrebbe accelerare; il deterioramento generale dell’industria; i significativi rischi associati alle passivita’ di bilancio sui contributi pensionistici e sanitari. Non a caso le case automobilistiche General Motors e Ford hanno annunciato che nel secondo trimestre dell’anno prevedono di ridurre la produzione.
Sap (SAP – Nyse): la banca d’affari Goldman Sachs ha dichiarato che nel breve periodo assumera’ un atteggiamento piu’ cauto sul colosso tedesco dei software.
Disney (DIS – Nyse): secondo la banca d’affari Soundview il colosso dell’intrattenimento potrebbe annunciare un calo degli utili. Per l’anno fiscale 2003 la banca ha tagliato le stime sugli utili per azione.
Echostar (DISH – Nasdaq): la seconda televisione satellitare Usa nel quarto trimestre 2002 ha riportato una perdita netta di $716 milioni, contro quella di $43 milioni registrata nello stesso periodo dell’anno precedente. Il fatturato e’ aumentato del 15% su base annua a $1,3 miliardi, in linea con le aspettative.
Cisco (CSCO – Nasdaq): Secondo alcune voci di mercato, il colosso infrastrutture Internet Cisco sarebbe stato citato in modo negativo dal rapporto formulato dal Center for Financial Reporting and Analysis (Cfra).

Gli spunti rialzisti

Fairchild Semi (FCS – Nyse): la societa’ di semiconduttori ha alzato le previsioni sulle vendite del primo trimestre. Buone notizie anche per Xilinx (XLNX – Nasdaq). La societa’ di chip ha dichiarato che il fatturato relativo al quarto trimestre fiscale dovrebbe attestarsi nella fascia alta del range previsto tra $285 e $295 milioni, superiore cosi’ ai $290,3 milioni stimati dal consensus Multex.
GlaxoSmithKline (GSK – Nyse): un giudice federale di un distretto dell’Illinois ha sentenziato che la casa farmaceutica Apotex Inc. non ha infranto i diritti di brevetto di GlaxoSmithKline relativi al suo farmaco anti-depressivo Paxil.
Serono (SA – Nyse): Goldman Sachs ha espresso un giudizio positivo sul gruppo farmaceutico, sottolineando che la valutazione del titolo e’ al momento appetibile, essendo piu’ bassa rispetto alle rivali europee e americane.

DA SEGNALARE

Il produttore di cellulare Motorola (MOT – Nyse):
(MOT – Nyse) ha annunciato che ricavera’ un ammontare superiore ai $325 milioni, attraverso il completamento della vendita di 25 milioni di azioni investiti nell’operatore infrastrutture cellulari Nextel Communications (NXTL – Nasdaq). Le azioni rappresentano il 23% della partecipazione che Motorola ha in Nextel. L’accordo siglato tra le due societa’ prevede la vendita di altre 25 milioni di azioni nei prossimi cinque anni.

Per avere tutti i dettagli clicca su TITOLI CALDI , in INSIDER.