Wall Street in altalena, dollaro su

8 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Seduta all’insegna del nervosismo oggi per la borsa di Wall Street, in una giornata priva di dati macroeconomici di rilievo. A condizionare il corso dell’azionario statunitense, soprattutto la risalita del biglietto verde ed il rialzo dei rendimenti dei Treasuries. L’attenzione degli investitori si rivolge alle notizie giunte dal versante societario, con Home Depot che ha migliorato la guidance su vendite ed EPS per l’intero 2010 e Texas Instruments, che invece ha ristretto l’outlook sul quarto trimestre di quest’anno. Vendite in aumento a novembre per McDonald’s che tuttavia non sembra aver galvanizzato il mercato. Sul fronte valutario, il biglietto verde si conferma sostenuto nei confronti dell’euro, traendo spunto positivo dai tax benefits di Obama. Sul fronte delle commodities, l’oro fa un passo indietro dai nuovi record toccati ieri così come il petrolio con le quotazioni che abbandonano anche la soglia degli 88 dollari al barile. Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones mostra un timido incremento dello 0,05% mentre il più ampio paniere S&P500 sale dello 0,17%. Positivo anche il nasdaq che sale dello 0,33%.