WALL STREET: IL WIRELESS SPEGNE I MERCATI

23 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo un’ora e mezza dall’apertura delle contrattazioni, si aggrava la situazione di Nasdaq e Dow Jones, trascinati verso il basso dal settore tecnologico e telecomunicazioni.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina.

Ai “profit warning” di Sun Microsystem e Motorola ha fatto seguito questa mattina Qualcomm che, per bocca di Irwin Jacobs, fondatore e amministratore delegato del colosso wireless, ha annunciato un ritardo di due anni nel lancio dei suoi cellulari di terza generazione in Europa.

L’annuncio di Qualcomm getta una pesante ombra su tutto il settore wireless, dato che avviene in contemporanea con le dichiarazioni pessimistiche di Hans Geyer, vice-Presidente e general manager di Intel, il piu’ grande produttore mondiale di microprocessori e uno dei primi fornitori dell’industria wireless.

Geyer ha dichiarato al GSM World Congress, il piu’ grande Expo di telefonia mobile del mondo, che l’intero settore wireless e’ a rischio di bancarotta, a causa dei fortissimi investimenti senza alcuna garanzia di ritorno nei cellulari di terza generazione.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore petrolifero, oro, grande distribuzione, auto.

In calo invece il settore infrastrutture per le comunicazioni, intrattenimento, bancario/brokeraggio.