WALL STREET: IL SUPERINDICE AIUTA I MERCATI

19 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il dato superiore alle stime relativo al Superindice di luglio sprona gli acquisti sui mercati, che risalgono la china dopo un avvio cauto.

Gli indici Usa tentano di lasciarsi alle spalle le notizie negative della seduta odierna, che vedono in primo piano la decisione della Sec di riservarsi l’approvazione di alcune certificazioni, che vedono nel mirino, tra le altre societa’, il colosso dei media Aol Time Warner (AOL – Nyse) e la societa’ farmaceutica Bristol-Myers (BMY – Nyse).

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

TEMI DELLA SEDUTA

La domanda che continua a circolare negli ambienti di Wall Street e che non lascia dormire sonni tranquilli a molti investitori continua a essere la stessa: il rally e’ sostenibile nel lungo termine o e’ destinato a rivelarsi, come gia’ accaduto in passato, un deludente fuoco di paglia?

Gli operatori sono divisi. D’altronde e’ vero che il Nasdaq ha incamerato, nella seduta del 14 luglio, un progresso del 5% , facendo gridare molti al ritorno degli acquisti. Ma gia’ l’esito finale della seduta del 15 agosto ha visto un toro meno scatenato . Sul fronte delle blue- chip, da segnalare che, secondo alcuni trader del New York Stock Exchange il Dow Jones sarebbe cresciuto del 17% rispetto al bottom intraday toccato il 24 luglio scorso.

Risultati di tutto rispetto, insomma, che tuttavia non convincono tutti, alla luce anche dei dietrofront che hanno visto protagonisti gli indici in passato. UBS Warburg, per esempio, ha tagliato le stime sugli utili medi per azione dell’S&P 500 per il 2002 e il 2003.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI PRE-BORSA, in INSIDER.