WALL STREET: IL RALLY DEI LISTINI PERDE SMALTO

17 Agosto 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ seduta gli indici americani sono positivi, ma in calo rispetto ai livelli raggiunti nelle prime ore di contrattazioni. A sgonfiare il rally dei listini, il nuovo aumento dei prezzi petroliferi, le cui fluttuazioni continuano a condizionare pesantemente l’andamento dei mercati.

Dopo aver superato la soglia dei 10000 punti in mattinata, il Dow Jones ha perso progressivamente terreno, e a meta’ giornata guadagna lo 0.19% a 9974. L’S&P e’ in progresso dello 0.28% a 1082 e il Nasdaq segna +078% a 1796. L’indice hi-tech nell’intraday si e’ spinto oltre la soglia dei 1800 punti.

Le prese di beneficio sono scattate in seguito alla diffusione della notizia che il Governo russo intende chiedere a Yukos il pagamento di tasse arretrate per $3.4 miliardi, rigettando, quindi, le richieste avanzate dall’azienda. Dopo aver raggiunto un minimo a $45.63 al barile, il prezzo del greggio e’ cosi’ tornato a salire, e in questo momento e’ a quota $46.65.

Notizie nel complesso positive sono arrivate dagli indicatori economici. Nel mese di luglio l’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti e’ sceso dello 0.1% contro il +0.2% atteso dal mercato: l’inflazione continua quindi a non essere una minaccia.

Buoni i dati dal settore immobiliare: sempre a luglio sono saliti piu’ delle attese sia il numero dei nuovi cantieri edili che quello delle licenze di costruzioni. Delusione, pero’, per quanto riguarda la produzione industriale: il mese scorso l’incremento e’ stato dello 0.4% contro il +0.5% previsto in media dagli economisti.

Passando al fronte societario, il colosso dei cellulari Motorola ha annunciato che per il secondo semestre prevede un andamento robusto delle vendite. Home Depot, il n.1. al mondo nel retail dei prodotti per la casa, ha inoltre pubblicato risultati trimestrali nettamente migliori delle attese. Vedi decine di azioni segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 12 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.23% contro il 4.26% della chiusura di lunedì. Il dollaro viene scambiato a 1.2342 contro l’euro e l’oro guadagna $1.50 a $404 all’oncia.