WALL STREET: IL NASDAQ RICONQUISTA QUOTA 2100

17 Novembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta positivo per i listini americani, che riprendono la via dei rialzi dopo il calo di martedi’ spinti da un mix di buone notizie dai fronti economico e societario. Il Dow Jones guadagna lo 0.67% a 10557, l’S&P500 lo 0.77% a 1184 e il Nasdaq l’1.11% a 2101.

A diffondere il buonumore sui mercati Usa sono state, in primo luogo, le buone notizie sugli utili e le nuove operazione di fusioni societarie. Per quanto riguarda gli utili, il colosso informatico Hewlett-Packard ha riportato una crescita dei profitti del 29%, superiore a quella attesa dal mercato. Il titolo nelle prime battute di scambi e’ in netto rialzo.

Sui mercati usa proseguono intense le operazioni di “mergers”, un altro segno del momento favorevole che attraversano le borse usa. Il gruppo retail K-Mart ha annunciato che acquistera’ Sears per $11 miliardi. Dall’operazione nascera’ la terza catena retail degli Stati Uniti. Restando nel settore, una banca d’affari ha tagliato il rating su Wal-Mart ad Underweight.

Sul fronte economico, si sono rivelati superiori alle attese i dati di ottobre sui prezzi al consumo. L’inflazione americana il mese scorso e’ infatti salita dello 0.6% contro il +0.4% stimato dagli analisti. Il dato segue l’incremento record registrato nello stesso mese dai prezzi alla produzione.

Gli operatori non sembrano tuttavia allarmati dal pericolo di eventuali fiammate inflazionistiche. Gli ultimi dati, a loro giudizio, non sono tali da indurre la Fed a cambiare l’orientamento di un aumento graduale (e non aggressivo) dei tassi d’interesse.

Buone notizie dal settore immobiliare, che continua a crescere oscurando le preoccupazioni di un possibile calo dei prezzi. I nuovi cantieri edili a ottobre sono saliti del 6.4% a 2.03 milioni di unita’. Alle 15:15 saranno pubblicati i dati sulla produzione industriale e alle 16:30 deli dati sulle scorte di petrolio.

Molto migliore delle attese, infine, la crescita della produzione industriale (+0.7%), e della capacita di utilizzazione degli impianti, a ottobre salita al 77.7%.

Sugli altri mercati, sono in rialzo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.19% contro il 4.21% della chiusura di martedì. L’oro guadagna $2.4 a $442.9 all’oncia, il petrolio e’ in calo di 28 centesimi a $45.83 al barile e il dollaro viene scambiato a 1.3021 contro l’euro.