WALL STREET: IL NASDAQ RICONQUISTA I 1900

20 Maggio 2004, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta a due velocita’ per i listini americani, con il Dow Jones schiacciato sulla linea di parita’ a 9936 e il Nasdaq, piu’ vivace (+0.34%), che riconquista quota 1900.

Un sostegno all’azionario Usa e’ arrivato dagli indicatori economici, dal rallentamento del petrolio e dalle nuove notizie su operazioni di M&A. Gli ultimi dati (peggiori delle attese) sul mercato del lavoro hanno ridimensionato le preoccupazioni su un aumento dei tassi d’interesse. La settimana scorsa le nuove richieste di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti sono salite a 345.000 unita’ contro le 326.000 previste dagli analisti.

Tra pochi minuti (alle 16:00 ora italiana) sara’ pubblicati i dati di aprile sul Superindice, un indicatore che fornisce una previsione sull’attivita’ economica americana dei prossimi 6 mesi. Alle 18:00 sara’ la volta del Philadelphia Fed, l’indice sull’attivita’ manifatturiera nell’area di Philadelphia.

Un ulteriore contributo positivo e’ arrivato dal rallentamento della corsa del petrolio. Dopo aver raggiunto $41.70 al barile nelle prime fasi di contrattazioni, il future sul greggio con scadenza giugno ha persdo terreno e in questo momento cede 5 centesimi a $41.45. Mercoledi’ il prezzo e’ salito di 96 centesimi a $41.50.

Sul fronte societario, proseguono le operazioni di fusioni e acquisizioni. Il gruppo hi-tech Advanced Fibre ha annunciato che sara’ acquisito da Tellabs per $1.9 miliardi. Per quanto riguarda gli utili, l’azienda di fibre ottiche Ciena ha deluso le previsioni degli analisti sugli utili trimestrali. Merrill Lynch ha emesso una nota positiva su Brocade Communications.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4.73%. Sul fronte valutario, nella prima mattinata a New York il cambio euro/dollaro e’ 1.1939.