WALL STREET: IL NASDAQ PASSA IN ROSSO

21 Luglio 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ seduta i listini azionari americani sono lievemente contrastati. Mentre il Dow Jones guadagna trainato da Microsoft, il Nasdaq riduce i guadagni sull’onda delle prese di profitto e della delusione per i dati di Texas Instruments. Nel dettaglio, il Dow Jones guadagna lo 0.41% a 10190 e l’S&P 500 lo 0.06% a 1109. In rosso il Nasdaq che perde lo 0.56% a 1906.

Contribuisce al buonumore degli operatori l’intervento di Alan Greenspan alla Commissione Bancaria del Senato di martedi’ sera. Il presidente della Federal Reserve ha attenuato le preoccupazioni degli operatori sui rischi di un rallentamento dell’economia Usa. Il n.1 della Fed ha dichiarato che i consumi registreranno presto un’accelerazione, il mercato del lavoro e’ in miglioramento e l’aumento dei prezzi non costituisce una minaccia alla ripresa.

Nel corso dell’intervento di oggi davanti alla House of Representatives, Greenspan ha dichiarato che il costo del denaro dovrà tornare ad una maggiore neutralità e si dovrà abbandonare la politica accomodante degli ultimi anni. Il presidente della banca centrale americana ha ribattuto alle critiche di quanti accusano le politiche monetarie della Federal Reserve di aver incoraggiato le bolle nei mercati azionario, reddito fisso e immobiliare. Greenspan ha affermato che la Fed e’ ben conscia delle “gravi distorsioni” che possono derivare dalle politiche messe in atto e che la banca centrale le ha gestite con successo, minimizzandole. Le cosiddette carry trades, ha aggiunto il presidente della Fed, sono fenomeni normali, che dovrebbero cessare con l’incremento dei tassi di interesse.

Buone notizie dal fronte degli utili. Il colosso dei cellulari Ericsson ha nettamente battuto le previsioni degli analisti. Cifre positive le ha inoltre diffuse la concorrente Motorola e Lucent Technologies. I tre titoli sono in buon rialzo e stanno trainando il settore delle telecomunicazioni. Migliore delle previsioni, anche le trimestrali di General Motors, Fannie Mae e Kodak. Questa sera dopo la chiusura delle borse sono attesi i bilanci di eBay, Siebel Systems e STmicroelectronics.

Un importante contributo al rialzo dei listini e’ inoltre arrivato da Microsoft. Il colosso software ha annunciato l’approvazione di un piano di riacquisto di azioni proprie per un valore complessivo di $30 miliardi in quattro anni. L’azienda distribuira’ inoltre dividendi speciali di $3 per azione e ha alzato la quota dividendi.

Tra le blue chip del Dow Jones, sono in buon progresso Microsoft, JP Morgan Chase, Merck & Co, Pfizer, Honeywell, General Motors, Citigroup e Caterpillar. Sotto pressione Alcoa, Procter & Gamble e Walt Disney.
[Vedi decine di azioni in movimento segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 12 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, utilizza il
link INSIDER]

Sugli altri mercati, il dollaro beneficia delle parole di Greenspan e recupera terreno contro l’euro, tornato sotto i $1.23. Al momento il cambio tra le due valute e’ di $1.2229. In forte ribasso l’oro, che scende sotto la soglia dei $400. Il metallo prezioso perde $5 a $396.40.

Il petrolio riconquista parte del terreno perso sulla scia dei dati diffusi dal Dipartimento dell’Energia. La scorsa settimana le riserve di greggio sono calate di 3.6 milioni di barili. Il future con scadenza settembre e’ in aumento di $0.33 a $40.86 al barile. Perdurano inoltre le preoccupazioni sulla scarsa capacita’ delle raffinerie, ormai al limite.

In ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.50% contro il 4.45% della chiusura di martedi’.