WALL STREET: IL NASDAQ IRRESISTIBILE SUL FINALE

10 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il tabellone elettronico la spunta sulla volatilita’ e chiude con un rialzo di oltre il 3% sopra quota 2.500 punti. I rialzi sul finale contagiano anche i grandi titoli industriali del Dow Jones.

Il Nasdaq ha chiuso a 2.524,18 (+3,39%), il Dow Jones ha chiuso a 10.604,27 (+0,30%), l’ S&P 500 a 1.313,27 (+0,96%) e il Russell 2000 a 475,45 (+2,48%).

Lo stillicidio di notizie negative sulle prospettive del settore tecnologico non e’ riuscito a guastare la seduta che, partita in ribasso e caratterizzata quindi da un alto tasso di volatilita’, ha chiuso con un rally del tabellone elettronico.

Come accaduto nella seduta di ieri, gli investitori stanno dimostrando di essere particolarmente selettivi e di non cedere alla tentazione di vendite indiscriminate a seguito delle cattive notizie che riguardano alcune importanti societa’ del comparto tecnologico.

Il downgrade di Cisco Systems da ‘Buy’ a ‘Hold’ da parte di CIBC World Markets ha messo di malumore gli investitori in mattinata e lo shock e’ comprensibile, atteso che il leader nelle infrastrutture per Internet e’ considerato uno degli astri dell’high-tech.

La societa’, secondo Steve Kamman di CIBC, “non e’ preparata al terremoto di cambiamenti che sta per interessare il settore delle telecomunicazioni”.

I mercati tuttavia hanno orientato la bussola piu’ che sui titoli sicuri, quelli che gli analisti fregiano appunto di un ‘Buy’, su quelli a prezzi d’occasione.

Partendo da questi prezzi “il guadagno che e’ possibile realizzare – ha detto Charles ayne di Wall Street Strategies – e’ fenomenale. Nessuno vuol lasciarsi scappare un’occasione del genere”.

La tenuta del Nasdaq sul supporto di 2.400 punti e lo slancio sopra quota 2.500, fanno inoltre pensare che il mancato raggiungimento degli obiettivi di bilancio da parte di molte societa’ del settore tecnologico sia gia’ stato assorbito dalle quotazioni.

L’importante e’ scegliere con attenzione e il rapporto prezzo/utili – uno dei capisaldi della ‘Vecchia economia’- sembra essere un’ottimo consigliere.

Sui listini hanno mostrato tendenza al rialzo il settore delle assicurazioni sanitarie private, bancario, software, macchinari per ufficio, difesa, telefonia a lunga distanza e trivellazione petrolifera.

Hanno segnato un ribasso il settore della grande distribuzione, hotelerie, componenti auto, chimico, cartaceo, attrezzature per le telecomunicazioni, acciaio e utenze.

Tra i titoli che oggi hanno strappato rialzi d’eccezione sulle borse americane:

1. Hallwood Group Inc. (HWG, Amex) +68,75%;
2. Fritz Companies, Inc. (FRTZ, Nasdaq) +61,78%;
3. Antex Biologics Inc. (ANX, Amex) +57,89%;
4. Fusion Medical Technologies, Inc. (FSON, Nasdaq) +48,39%;
5. NEON Communications, Inc. (NOPT, Nasdaq) +43,94%.

I ribassi si sono invece particolarmente accaniti contro:

1. ServiceWare Technologies, Inc. (SVCW, Nasdaq) -54,55%;
2. Celeritek, Inc. (CLTK, Nasdaq) -46,17%;
3. Ultimate Software GRP (ULTI, Nasdaq) -30,00%;
4. Cleveland-Cliffs Inc. (CLF, Nyse) -28,53%;
5. Energy Search Wrrt (EGASW, Nasdaq) -26,19%.

Tra i principali titoli in movimento oggi a Wall Street:

Nel settore del trasporto aereo, accorto raggiunto tra AMR Corp. (AMR – Nyse), la societa’ che controlla American Airlines Inc., e Trans World Airlines Inc. (TWA, Nyse) per l’acquisto della maggior parte delle attivita’ del vettore aereo da tempo in cattive acque. La seconda linea aerea americana ha inoltre annunciato l’acquisizione del 49% di DC Air. Il titolo American Airlines ha perso poco piu’ dell’ 1%.
(Vedi Aerei: American Airlines compra TWA e DC Air.

Nel settore Internet, attesi fra poco i dati di bilancio di Yahoo! Inc. (YHOO, Nasdaq), il piu’ grande portale Internet del mondo; sebbene le previsioni sul quarto trimestre siano per un utile di 13 centesimi per azione, molti analisti hanno espresso alcune perplessita’ sulla capacita’ della societa’ di raggiungere tali obiettivi. Il titolo, per la maggior parte della seduta in negativo, ha terminato le contrattazioni con un rialzo di poco meno dell’ 1%.
(Vedi Utili: Yahoo, gli analisti non sono convinti).

Nel settore finanziario, FleetBoston Financial Corp. (FBF, Nyse) ha ceduto circa $1 miliardo di crediti relativi a prestiti a rischio a Patriarch Partners, la societa’ specializzata in operazioni di cartolarizzazione fondata in aprile da Dennis Dolan e Lynn Titon. Attraverso l’operazione, FleetBoston alleggerisce del 10% il proprio carico di prestiti inesigibili. Il titolo dell’ottava banca degli Stati Uniti ha guadagnato il 3,5%.
(Vedi FleetBoston cede crediti inesigibili per $1 mld).

Nel settore delle telecomunicazioni, Cisco Systems Inc. (CSCO, Nasdaq) ha registrato alla fine della seduta un ribasso di circa il 4%. Questa mattina la banca d’affari CIBC World Markets ne ha ridotto il rating da “Buy” a “Hold” sostenendo che il primo produttore mondiale di infrastrutture per il traffico di Internet non sara’ in grado di raggiungere le previsioni di bilancio per il 2002.
(Vedi Borsa: Cisco perde 10% dopo downgrade di CIBC).

Nel settore delle comunicazioni wireless, Chinadotcom Corp. (CHINA, Nasdaq) ha firmato un accordo con Nokia (NOK, Nyse) per fornire servizi e contenuti online agli utenti delle linee Internet broadband. In futuro, poi, il servizio verra’ esteso anche agli utenti wireless. Il titolo Nokia ha guadagnato oltre l’ 1%, mentre Chinadotcom ha segnato un rialzo dell’ 1,25%.
(Vedi Internet: e’ accordo tra Nokia e Chinadotcom).

Nel settore dell’e-commerce, Microsoft Corp. (MSFT, Nasdaq) ed Expedia Inc. (EXPE, Nasdaq) hanno annunciato questa mattina di aver raggiunto un accordo extragiudiziario con Priceline.com Inc. (PCLN, Nasdaq), la societa’ Internet che offre beni e servizi attraverso un sistema in cui e’ il cliente a proporre il prezzo. Il titolo Expedia, che ha oscillato per tutta la giornata intorno alla parita’, ha chiuso con una cessione del 3,75%, mentre Priceline ha guadagnato il 15,5%. Il titolo Microsoft ha chiuso invece le contrattazioni con un rialzo dell’ 1,25%.
(Vedi Internet: Expedia si accorda con Priceline).

Nel settore delle telecomunicazioni, atteso entro oggi il via libera delle autorita’ federali degli Stati Uniti sulla fusione tra America Online Inc. (AOL, Nyse) e Time Warner Inc. (TWX, Nyse), i due colossi che proprio un anno fa, il 10 gennaio 2000, avevano annunciato l’operazione. Le speculazioni sulla decisione della FCC hanno spinto il presidente William Kennard ad annullare il suo intervento sul futuro della musica e delle tecnologie in programma per il pomeriggio di oggi presso la Georgetown University di Washington.
Di oggi inoltre la notizia che Ted Turner, il fondatore di CNN e vice presidente di Time Warner, e’ in trattative per acquisire il 25% della rete televisiva indipendente russa NTV. Aol e Time warner hanno chiuso entrambe con un rialzo di circa il 5%.
(Vedi Tlc: Aol-Time Warner, matrimonio dopo un anno e Media: Turner guarda alla Russia).

Nel settore elettronico, l’assemblea degli azionisti di Honeywell International Inc. (HON, Nyse) ha dato voto favorevole all’acquisizione della societa’ da parte di General Elettric Co. (GE, Nyse). L’operazione del valore complessivo di $36,96 miliardi, permettera’ alla societa’ guidata a GE di rafforzare la propria posizione nel campo della componentistica aerospaziale. Il titolo Honeywell ha guadagnato l’ 1%, mentre General Electric ha segnato un rialzo frazionale di meno dello 0,25%.
(Vedi GE: via libera ad acquisizione Honeywell).

Nel settore editoriale, barnesandnoble.com Inc. (BNBN, Nasdaq), la seconda libreria online al mondo, ha chiuso il quarto trimestre con vendite in rialzo del 36% grazie al grande successo della serie di Harry Potter e alle offerte relative all’anniversario dei Beatles. Le perdite, esclusi costi di acquisizione e investimenti, sono tra 34 e 37 centesimi per azione, ben al di sopra dei 24 centesimi attesi dagli analisti. Il titolo barnesandnoble.com ha perso oltre il 10%.

Nel settore della telefonia mobile, Motorola Inc. (MOT, Nyse) rendera’ noti i risultati di bilancio relativi all’ultimo trimestre del 2002 questa sera. Gli analisti sostengono che le possibilita’ di deludere le attese sono molto alte. Il titolo Motorola, che in mattinata segnava una forte perdita, ha chiuso con un guadagno poco piu’ del 2%.

Nel settore aerospaziale, il gruppo britannico BAE Systems Inc. (BAE, Amex) prevede per l’anno 2000 utili piatti e oneri straordinari ben piu’ alti di quanto precedentemente annunciato. La societa’, i cui problemi derivano principalmente dal settore difesa, ha registrato un ribasso di oltre il 2%.

Nel settore biotech, Genome Therapeutics Corp. (GENE, Nasdaq) ha chiuso il primo trimestre del suo anno fiscale con una perdita netta di $1,6 milioni, pari a 7 centesimi per azione, ben al di sopra delle stime degli analisti di First Call/Thomson Financial. Il fatturato si e’ attestato a $5,6 milioni, in leggero ribasso rispetto ai $6 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. Nonostante cio’, il titolo Genome Therapeutics ha guadagnato circa il 2%.

Nel settore dei chip per la telefonia wireless, Celeritek Inc. (CLTK, Nasdaq) ha perso oltre il 45% dopo aver chiuso il terzo trimestre del suo anno fiscale, conclusosi il 31 dicembre scorso, con utili pari a 21 centesimi per azione. First Call/Thomson Financial aveva previsto un utile di 23 centesimi per azione.

Nel settore delle telecomunicazioni, Applied Innovation Inc. (AINN, Nasdaq) ha annunciato che gli utili relativi al quarto trimestre dovrebbero registrare un aumento del 25% rispetto ai $2,5 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. A fine seduta, il titolo Applied Innovation ha segnato un rialzo superiore al 17,5%.

Nel settore delle macchine per ufficio, Xerox Corp. (XRX, Nyse) ha fatto sapere di aver ricevuto oggi un finanziamento di $435 milioni da parte della divisione General Capital di General Electric Co. (GE, Nyse). Il titolo Xerox ha guadagnato il 21,25%.

Nel settore dei corrieri internazionali, United Parcel Service Inc. (UPS, Nyse) ha annunciato l’acquisizione di Fritz Cos. Inc. (FRTZ, Nasdaq) per circa $450 milioni in azioni. Il titolo UPS ha perso il 4,5%, mentre Fritz ha segnato un rialzo di oltre il 60%.

Sempre nello stesso settore, FedEx Corp. (FDX, Nyse) ha deciso di assumere circa 1.500 dipendenti, tra piloti, meccanici e personale amministrativo, dopo aver firmato oggi con il servizio postale americano un accordo strategico di distribuzione del valore totale di $7,2 miliardi. Il titolo FedEx ha chiuso le contrattazioni con un ribasso dello 0,25%.

Nel settore automobilistico, DaimlerChrysler Ag (DCX, Nyse) ha perso oggi circa il 5,5% sulle voci che il gruppo tedesco ha esaurito le riserve di cassa alla fine del quarto trimestre. Sebbene la notizia non sia stata confermata dai vertici della societa’, fonti di stampa sostengono che la situazione di cassa appare drammatica.

Per problemi tecnici quest’oggi non siamo in grado di pubblicare le consuete tabelle sui 10 titoli piu’ in movimento sul Nyse e i 10 piu’ scambiati sul Nasdaq. Ci scusiamo per l’inconveniente.