WALL STREET: IL NASDAQ CHIUDE MALE

12 Marzo 2002, di Redazione Wall Street Italia

Scivolone del Nasdaq. L’indice high tech ha chiuso in forte calo, penalizzato dagli allarmi utili nel settore delle telecomunicazioni e dalle continue inchieste della Sec. Dopo una giornata vissuta in ribasso l’indice industriale ha invece recuperato terreno, trascinata da Ibm (IBM – Nyse), che ha diffuso rendiconti finanziari piu’ dettagliati sui risultati del 2001.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.897,12 (-1,68%)
Il Dow Jones a 10.632,35 (+0,20%)
L’S&P 500 a 1.165,58 (-0,23%)

Gli allarmi sul fatturato lanciati dal leader mondiale dei telefoni cellulari Nokia (NOK – Nyse) e dalla societa’ di attrezzature per comunicazioni Lucent (LU – Nyse) hanno avuto pesanti ripercussioni sul settore delle telecomunicazioni.

Previsioni negative anche per il produttore di cellulari Ericsson (ERICY – Nasdaq), che ha dichiarato che nel 2002 le vendite di attrezzature potrebbero calare fino al 10%.

Gli scenari illustrati dai colossi delle tlc mettono quindi in luce una ripresa piu’ lontana dei profitti delle societa’.

Sul comparto si e’ abbattuta poi la scure della Sec (la commissione di borsa Usa) che, dopo la bancarotta di Global Crossing (GBLXQ – Nyse), continua a monitorare attentamente il settore. E ora, nel mirino delle indagini contabili sono cadute societa’ del calibro di Qwest Communications (Q – Nyse) e Worldcom (WCOM – Nasdaq).

Giornata di ribassi anche per il settore dei semiconduttori – male Intel (INTC – Nasdaq), Stm (STM – Nasdaq) e Xilinx (XLNX – Nasdaq). Giu’ anche il comparto software, guidato da Microsoft (MSFT – Nasdaq), nonostante la banca d’affari Goldman Sachs (GS – Nyse) abbia sottolineato che il gruppo centrera’ le stime).

Negativa Cisco (CSCO – Nasdaq) dopo che Goldman Sachs ha previsto che le vendite del trimestre corrente del colosso high tech si attesteranno nella fascia bassa delle previsioni.

A fare da sottofondo alle vendite e’ il clima di incertezza sui conti delle societa’: il mercato guarda con preoccupazione ai troppi bilanci dubbi delle societa’ americane. Ed e’ cosi’ che c’e’ stata una ripresa della domanda per il titolo del colosso informatico Ibm (IBM – Nyse), che ha dato nuovi dettagli sui bilanci.

Il Dow Jones e’ cosi’ stato sostenuto della buona giornata di Ibm. Note positive sul listino industriale anche Alcoa (AA – Nyse) ed Exxom (XOM – Nyse). Il titolo petrolifero ha beneficiato dell’ok finale alla fusione fra Conoco (COC – Nyse) e Phillips Petroleum (P – Nyse).

Per avere piu’ dettagli sui TITOLI CALDI che hanno movimentato la sessione odierna clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!