WALL STREET: IL GELO PIOMBA SU TUTTI GLI INDICI

21 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A circa mezz’ora dall’apertura degli scambi a New York, i tentativi di rialzo si rivelano un fuoco di paglia. Le Blue Chip cadono in rosso, mentre il tabellone elettronico del Nasdaq si tiene sopra la parita’ per una manciata di punti, scivolando ancora in area 2.800 punti.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)

Gli investitori non sembrano lasciarsi tentare dai molti prezzi d’occasione nel settore tecnologico, falcidiato dai ribassi di ieri.

Il dato economico relativo al deficit della bilancia commerciale Usa in settembre, diffuso prima dell’apertura dei mercati, giunto alla quota record di $34,3 miliardi, ben al di sopra delle stime degli analisti, non sembra aver avuto particolare impatto.

Wall Street sembra piuttosto focalizzata sugli utili societari dell’ultimo trimestre e sulle prospettive di crescita nel prossimo anno.

Gli operatori lamentano infine la persistente incertezza sul fronte politico: l’esito delle elezioni presidenziali in Florida sembra nelle mani dei giudici della Corte suprema e non e’ dato sapere se dalla camera di consiglio uscira’ oggi un verdetto.