WALL STREET: IL DOW RICONQUISTA QUOTA 8.000

21 Febbraio 2003, di Redazione Wall Street Italia

Chiusura in rialzo per l’azionario USA, con il Dow Jones che mette a segno un progresso di oltre 100 punti, riportandosi sopra quota 8.000. Bene anche il Nasdaq, sostenuto da biotech e semiconduttori.


























































































































































































































INDICI DI BORSA Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi

Orario
Nasdaq IXIC 1349.02 1.34 1946.2 1108.5 30.69% 21.70% 4:12
PM
DJIA DJIA 8018.11 1.30 10673.1 7197.49 24.88% 11.40% 4:04
PM
S&P 500 SPX 848.17 1.32 1173.89 768.63 27.75% 10.35% 4:13
PM
Nasdaq 100 NDX 1015.90 1.44 1573.42 795.25 35.43% 27.75% 4:12
PM
INDICI DI SETTORE
(a)
Ticker Valore Variaz %
Max 12
mesi
Min 12
mesi
Dif.(%) da max 12
mesi
Dif.(%) da min 12
mesi

Orario
Petrolifero OIX 244.90 2.19 337.99 235.14 27.54% 4.15% 4:11
PM
Retail RLX 256.92 2.17 345.6 243.8 25.66% 5.38% 4:11
PM
Biotech BTK 326.86 2.05 543.7 275.1 39.88% 18.81% 4:13
PM
Internet ECM 42.71 1.98 58.65 29.2 27.18% 46.27% 4:13
PM
Energia DJ_ENE 181.06 1.71 229.71 169.06 21.18% 7.10% 4:06
PM
Gas Naturale XNG 163.55 1.66 201.14 105.53 18.69% 54.98% 4:13
PM
Assicurazione DJ_INS 273.99 1.60 378.95 259.97 27.70% 5.39% 4:06
PM
Farmaceutico DRG 287.68 1.10 392.3 237.7 26.67% 21.03% 4:13
PM
Software GSO 106.88 0.80 180.83 77.63 40.89% 37.68% 4:13
PM
Difesa DFX 140.29 0.74 208.15 138.94 32.60% 0.97% 4:13
PM
Hardware GHA 165.63 0.63 256.5 110.5 35.43% 49.89% 4:13
PM
Finananziario DJ_FIN 142.15 0.42 185.17 127.71 23.23% 11.31% 4:01
PM
Semiconduttori SOX 293.07 0.22 641.9 209.4 54.34% 39.96% 4:13
PM
Wireless YLS 53.22 -0.11 79.84 31.26 33.34% 70.25% 4:13
PM
Networking NWX 145.07 -1.46 282.1 79.3 48.57% 82.94% 4:13
PM
Oro-Argento XAU 72.05 -2.67 89.11 54.67 19.14% 31.79% 4:13
PM




















































































DATI
SUI MERCATI (b)
volume Nyse (*) 1369.62 VOLATILITA’/OPZIONI Valore
volume Nasdaq (*) 1311.58 Vix 34.14
volume Nasdaq 100
(*)
1070.40 Vxn 46.10
volume DJIA (*) 260.71 Index put-call ratio 1.09
titoli Nyse in
rialzo
2265 Equity put-call
ratio
0.73
titoli Nyse in
ribasso
956 TREASURIES yield
titoli Nyse
invariati
173 scadenza a 5 anni 2.85%
titoli ai massimii-Nyse
(c)
55 scadenza a 10 anni 3.89%
titoli ai minimi-Nyse
(c)
58 scadenza a 30 anni 4.85%
titoli Nasdaq in rialzo
1973 PETROLIO prezzo/barile
titoli Nasdaq in
ribasso
1186 Future Crude $35.58
titoli Nasdaq
invariati
239 VALUTE cambio
titoli ai massimi-Nasd
(c)
61 Cambio Euro/Dollaro 1.075
titoli ai minimi-Nasd
(c)
65 Cambio Dollaro/Yen 118.82

LEGENDA:
(a) gli indici di settore sono ordinati in
base alla performance giornaliera
(b) le quotazioni sono rilevate al momento
della chiusura dei mercati di riferimento
(16:00 – 22:00 ora
italiana)
(*) milioni di pezzi scambiati
(c) il valore si riferisce al
numero di titoli scambiati sul Nyse e sul Nasdaq
che hanno raggiunto i
nuovi massimi e minimi degli ultimi 12 mesi nella seduta odierna




ELABORAZIONE DATI A CURA DELL’UFFICIO STUDI DI
WALLSTREETITALIA



“Il rialzo odierno non ha messo in luce elementi fondamentali che permettano di essere positivi sul lungo termine – sottolinea Francesco Leone, responsabile dell’ufficio studi di Wall Street Italia -. In una seduta caratterizzata da bassi volumi e scadenze tecniche, sono stati sufficienti pochi compratori per dar luogo a un rialzo consistente.

L’unico spunto della giornata e’ l’ennesimo rialzo delle quotazioni del petrolio, a cui sono seguite le revisioni sul prezzo medio dell’intero 2003. Naturale quindi che i pochi volumi interessanti siano stati proprio quelli sul settore energetico”.

Sul fronte macroeconomico, i mercati hanno accolto con favore il dato in linea con le stime sui prezzi al consumo di gennaio, che ha allontanato l’allarme inflazione, tornato prepotentemente alla ribalta nella seduta di giovedi’, dopo il forte rialzo dei prezzi alla produzione.

Hanno contribuito a trainare i listini i commenti positivi del governatore della Fed, Ben Bernanke, secondo cui gli USA registreranno “una ripresa sempre piu’ robusta nel corso di quest’anno e del prossimo”. L’economista si e’ inoltre detto fiducioso in un rimbalzo della spesa delle aziende per l’hi-tech e ha minimizzato il rischio di una bolla speculativa nel mercato immobiliare.

Sul fronte geopolitico, ha allentato leggermente la tensione sulla questione mediorientale l’apertura del vicepresidente iracheno, Taha Yassin Ramadan, a un dialogo con gli Stati Uniti.

Tra gli altri temi della seduta, gli investitori hanno tirato un sospiro di sollievo dopo che l’Fbi ha escluso la matrice terroristica per l’incendio avvenuto questa mattina su una piattaforma petrolifera della Exxon Mobil (XOM – Nyse), a Staten Island (uno dei cinque borough di New York City). La notizia ha trascinato al rialzo il prezzo del greggio e, di conseguenza, i titoli petroliferi (XOI).

Per tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.