WALL STREET: IL DOW PROVA LO SCATTO NEL FINALE

13 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dalla campanella di chiusura delle contrattazioni il Dow Jones continua la rimonta iniziata a meta’ seduta. L’indice delle blue chip oscilla adesso attorno alla soglia della parita’.

Bene il Nasdaq che, dopo la disfatta delle ultime tre sedute, trova un po’ di pace nella giornata odierna.

Verificare aggiornamento indici in tempo reale in prima pagina.

Ieri il Dow Jones Industrial Average aveva sfondato il supporto tecnico dei 10.300 punti, chiudendo con la quinta peggiore prestazione di tutti i tempi.

Gli analisti ipotizzano dunque un ulteriore crollo del Dow in tempi relativamente brevi, almeno fino a quota 9.600 punti, come sostiene l’analista tecnico di Scott & Stringfellow, Dick Dickson.

Oggi l’eventuale tendenza ribassista del Dow e’ controbilanciata dalla buona performance del titolo General Electric (GE – Nyse), che guadagna quasi il 5%, dopo che la societa’ ha annunciato risultati in linea con le stime degli analisti per il primo trimestre e per tutto il 2001.

Tra le blue chip che si segnalano in positivo, anche i due titoli quotati al Nasdaq compresi nel Dow: Microsoft (MSFT – Nasdaq), in rialzo di oltre il 4,5%, e Intel (INTC – Nasdaq), che guadagna oltre il 3,5%.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore infrastrutture per le telecomunicazioni, brokeraggio, personal computer, bancario, software, microprocessori, aerospaziale.

In calo invece il settore tabacco, oro, perforazione petrolifera, farmaceutico, metallurgico, controllo inquinamento ambientale, media, acciaio, grande distribzione, alluminio, linee aeree, cartario.