WALL STREET: IL DOW IN OSTAGGIO DI MERCK

22 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il ‘profit warning’ emesso dal colosso farmaceutico Merck (MRK – Nyse) sta producendo effetti nefasti sull’indice dei titoli industriali.

Dopo una performance post-apertura in rosso il tabellone elettronico risale lentamente la china snobbando i pessimi dati di bilancio di Micron Technology (MU – Nyse).

La speranza di un prossimo taglio dei tassi d’interesse da parte della Federal Reserve aiuta gli investitori a scrollarsi di dosso le incertezze.

Verificare aggiornamento indici in TEMPO REALE in prima pagina

Merck, una delle trenta blue chip dell’indice Dow Jones, ha ammesso questa mattina di non essere in grado di raggiungere le stime di bilancio per il secondo trimestre e l’intero anno.

Sul fronte tecnologico, non c’e’ tregua per il settore semiconduttori. Sotto pressione oggi il titolo Micron Technology dopo che nella tarda serata di giovedi’ la societa’ ha riportato per il trimestre appena concluso una perdita ben superiore a quanto atteso dal mercato.

Cattive notizie anche dal settore informatico. Merrill Lynch ha ridotto le proprie stime su Compaq (CPQ – Nyse) in seguito alla debole domanda per PC e server, allargatasi all’Europa e ancora persistente negli USA.

Tornando sul fronte industriale, Ronald Tadross, analista di Banc of America, ha ribassato il proprio rating su General Motors (GM – Nyse), portandolo da “Market erformer” a “Underperform”, dichiarando di ritenere il titolo sopravvalutato.

Nella giornata di oggi non sono previsi rilevanti utili aziendali ne’ dati economici.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore informatico:

Merrill Lynch ha ridotto le proprie stime su Compaq (CPQ – Nyse) in seguito alla debole domanda per PC e server, allargatasi all’Europa e ancora persistente negli USA. CPQ sta cedendo oltre lo 0,5%.
(Vedi UTILI: MERRILL LYNCH RIVEDE STIME 2001 SU COMPAQ )

La filiale giapponese di International Business Machines( IBM – Nyse) e Japan Airlines hanno dato vita a una partnership di dieci anni nell’ambito dei servizi di information technology. IBM non subisce ora variazioni di rilievo.
(Vedi IBM/JAPAN AIRLINES: PARTNERSHIP NEI SERVIZI IT )

Nel settore automobilistico:

Ronald Tadross, analista di Banc of America, ha ribassato il proprio rating su General Motors (GM – Nyse), portandolo da “Market erformer” a “Underperform”, dichiarando di ritenere il titolo sopravvalutato. L’analista ha attribuito i recenti guadagni del gruppo alle speculazioni relative a un accordo con Hughes Electronics(GMH – Nyse), tuttavia ritiene che il pareggio di GM rendera’ difficile il pagamento dei dividendi utilizzando il cash flow, e ha definito l’eventuale accordo con Hughes “al massimo mediocre”. GM sta lasciando sul campo l’1,5%.
(Vedi GM: DOWNGRADE A ‘UNDERPERFORM’ DA BANC OF AMERICA )

Nel settore software:

Symantec (SYMC – Nasdaq) cede oltre il 27,5% dopo che nella tarda serata di giovedi’ ha fatto sapere che gli utili nel secondo trimestre, il suo primo fiscale, saranno del 24% al di sotto delle attese.
(Vedi PREBORSA: SYMANTEC -23% SU ‘WARNING’ )

Alcuni legali del governo sembrano temere l’impatto che potrebbe avere sul mercato la prossima versione del sistema operativo di Microsoft (MSFT – Nasdaq), Windows Xp, e stanno valutando se presentare un’altra causa legale all’antiturst contro la societa’ di Bill Gates. MSFT non riporta adesso variazioni di rilievo.
(Vedi MICROSOFT: GRUPPI CONCORRENTI CONTRO WINDOWS XP )

Nel settore biotech:

Micron Technology (MU – Nyse) sta guadagnando quasi l’1,5% dopo che nella tarda serata di giovedi’ la societa’ ha riportato per il trimestre appena concluso una perdita ben superiore a quanto atteso dal mercato.
(Vedi UTILI: NUBI OSCURE SU MICRON TECHNOLOGY )

Nel settore farmaceutico:

Merck (MRK – Nyse), una delle trenta blue chip dell’indice Dow Jones, ha ammesso questa mattina di non essere in grado di raggiungere le stime di bilancio per il secondo trimestre e l’intero anno. Sulla scia di questa comunicazione perde ora l’8%.
(Vedi UTILI: MERCK INCIAMPA SU ‘PROFIT WARNING’ )

Nel settore chimico:

Bayer AG (BAYZY – Nasdaq), azienda tedesca quotata a Wall Street, e’ in questo momento in ribasso di oltre il 3,5% dopo aver fatto sapere che le proprie attivita’ biotech (polimeri) sono scese rispetto ad un anno fa’, a causa dell’aumento dei costi delle materie prime e al rallentamento dell’economia.

Nel settore finanziario:

Morgan Stanley (MWD – Nyse) una delle maggiori banche d’investimento al mondo, ha battuto le stime degli analisti di 3 centesimi nel secondo trimestre , riportando utili di 82 centesimi per azione. Il risultato comunque denota un peggioramento del 36% rispetto all’anno passato. MWD cede ora lo 0,75%