WALL STREET: I LISTINI PROCEDONO IN TRADING RANGE

6 Ottobre 2004, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta fiacco per i mercati americani, che proseguono in trading range condizionati dalle preoccupazioni sull’aumento dei prezzi energetici. Il Dow Jones guadagna lo 0.03% a 10179, l’S&P500 lo 0.08% a 1135 e il Nasdaq cede lo 0.02% a 1955.

Sui mercati continuano a pesare le preoccupazioni sul petrolio. Il prezzo del greggio nel corso delle prime battute di scambi ha raggiunto il nuovo massimo storico di $51.48 al barile, per poi ripiegare sotto la soglia dei $50. In questo momento cede 13 centesimi a quota $50.96.

Non contribuiscono a migliorare l’umore degli operatori le notizie giunte dal fronte societario. Warning sui risultati trimestrali sono stati lanciati da Knight Trading Group, Delphi e Zoran. Giovedi’ pubblichera’ gli utili il colosso dell’alluminio Alcoa. Venerdi’ sara’ la volta di General Electric.

Oggi non e’ prevista la pubblicazione d indicatori macroeconomici. Molto attesi sono pero’ i dati sul mercato del lavoro di settembre, in calendario venerdi’. Gli economisti si aspettano in media un aumento del numero di occupati di 150.000 unita’. Il tasso di disoccupazione dovrebbe confermarsi al 5.4%.

Il mercato del lavoro continua ad essere l’anello debole della ripresa americana. I dati di venerdi’ saranno osservati molto da vicino anche perche’ potrebbero influenzare la campagna elettorale in corso negli Stati Uniti per le elezioni presidenziali di novembre.

Sugli altri mercati, sono in lieve ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.18% contro il 4.17% della chiusura di martedi’. L’oro cede $1.10 a $419.8 all’oncia e il dollaro viene scambiato a 1.2279 contro l’euro.