WALL STREET: I CHIP SPINGONO IN ALTO IL NASDAQ

5 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo un’ora e mezza dall’apertura delle borse USA, tutti gli indici rimangono saldamente in territorio positivo, con il settore semiconduttori e l’intero Nasdaq tirati su’ dai dati diffusi dalla Semiconductor Industries Association.

Sull’indice Nasdaq il settore dei semiconduttori porta segno positivo, nonostante i ‘profit warning’ emessi questa mattina da Vitesse Semiconductor (VTSS – Nasdaq), Cypress Semiconductor (CY – Nyse) e LSI Logic (LSI – Nyse).

Verificare aggiornamento indici in tempo reale in prima pagina

I titoli di tutte queste societa’ si trovano in territorio positivo, probabilmente grazie all’annuncio da parte della Semiconductor Industries Association (SIA) che le vendite mondiali dei produttori di semiconduttori sono cresciute in gennaio del 13,7% rispetto allo stesso mese del 2000. Rispetto al dicembre scorso le vendite hanno invece subito una contrazione del 5,7%.

Questo dato e’ stato preso come un’indizio del fatto che il settore possa trovarsi in via di superamento del momento negativo attualmente in corso.

Secondo George Scalise, direttore generale di SIA, “il settore al momento sta vivendo una diminuzione delle vendite, dovuta ad un eccesso di scorte, e un rallentamento della richiesta di prodotti finiti. Le previsioni correnti suggeriscono che l’aggiustamento delle scorte sara’ ultimato per la fine del terzo trimestre e che la domanda di prodotti finiti migliorera’ piu’ in la’ nel corso dell’anno”.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore cartario, petrolio, alluminio, chimico, controllo inquinamento.

In calo invece il settore grande distribuzione, bevande, assicurativo, telefonico, assistenza medica, finanziario.