WALL STREET: HIGH TECH PROVA A RIMETTERSI IN PIEDI

25 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo una partenza piuttosto incerta, i principali indici di borsa sembrano ora puntare verso l’alto. Il Nasdaq Composite e’ piatto sulla parita’ e recupera rispetto all’inizio della seduta.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina..

Positive le notizie provenienti sul fronte degli utili, e a battere le attese di mercato sono state Verizon Communications (VZ – Nyse), Walt Disney & Co. (DIS – Nyse), BroadVision (BRVD – Nasdaq) e Amazon (AMZN – Nasdaq).

A pesare sui mercati sono invece i commenti negativi provenienti da Nikos Theodosopoulos, analista di UBS Warburg, riguardo il settore delle infrastrutture per le comunicazioni. Theodosopoulos ha infatti ridotto il rating di Cisco Systems (CSCO – Nasdaq), Nortel Networks (NT – Nyse) e Ciena (CIEN – Nasdaq) da ‘Buy’ a ‘Hold’.

In una nota spedita alla clientela, l’analista si dice piu’ preoccupato dell’andamento delle spese nel settore che di un rischio di ulteriori ribassi.

Ad agire da freno ai mercati anche il comparto finanziario. Questa mattina infatti Catherine Murray di J.P. Morgan ha fatto sapere di attendersi un impatto sostenuto del rallentamento economico sui futuri assetti dei colossi bancari. A causa di questo, l’analista sconsiglia titoli come Bank of America (BAC – Nyse) e First Union (FTU – Nyse), privilegiando invece Citigroup (C – Nyse) e Wells Fargo (WFC – Nyse).

Sul fronte macroeconomico, il dato relativo ai beni degli ordini durevoli e’ salito in marzo del 3%, al di sopra delle attese di mercato.

Il dato suggerisce – dicono gli analisti – una prossima ripresa del settore manifatturiero dopo i continui cali dei mesi scorsi.

Di pochi minuti fa, anche i dati sulla vendita di case nuove negli Stati Uniti, attestatasi a marzo a +4,2%.

Tra i principali titoli in movimento a Wall Street:

Nel settore dei semiconduttori:

L’assemblea degli azionisti di STMicroelectronics (STM – Nyse), ha approvato stamane a Parigi la distribuzione di un dividendo di $0,04 in pagamento dall’11 maggio agli azionisti registrati al 27 aprile 2001. la societa’ sta guadagnando circa lo 0,5%.
(Vedi Chip: STM, dividendo di $0,04 per azione )

Nel settore dei media:

Walt Disney Co. (DIS – Nyse), e’ in rialzo di quasi l’1% dopo aver comunicato nel primo trimestre dell’anno un utile di $391 milioni, pari a 19 centesimi per azione. Wall Street (consenso First Call/Thomson Financial) si attendeva un utile di 13 centesimi per azione.
(Vedi Utili: Disney batte le aspettative )

Nel settore internet:

Amazon.com (AMZN – Nasdaq), la piu’ grande libreria virtuale del mondo, ha registrato nel primo trimestre del 2001 una perdita di 21 centesimi per azione, equivalente a $49 milioni. In borsa sta cedendo oltre il 3,5%.
(Vedi Utili: Amazon perde meno del previsto )

Nel settore telecomunicazioni:

Verizon Communications (VZ – Nyse), il primo gestore telefonico locale degli Stati Uniti e il secondo provider di servizi di telecomunicazione dietro AT&T (T – Nyse), ha registrato nel primo trimestre dell’anno un utile di $1,6 miliardi, pari a 58 centesimi per azione, esclusi oneri straordinari. Nelle contrattazioni sta conquistando quasi il 3,5%.
(Vedi Utili: Verizon in linea con attese Wall Street )

Nel settore dei prodotti di largo consumo:

Philip Morris Companies (MO – Nyse), guadagna quasi il 3% dopo la pubblicazione di un articolo del Washington Post secondo il quale il governo Bush non darà abbastanza soldi al Ministero della Giustizia USA per continuare la sua causa contro Philip Morris e le altre società del settore.

Nel settore automobilistico:

DaimlerChrysler (DCX) sta cedendo oltre l’ 1,5%. La societa’ ha riportato una perdita di €373 milioni nel primo trimestre del 2001, contro un utile di €1,7 miliardi nel primo trimestre 2000, battendo le previsioni degli analisti che si aspettavano una perdita di oltre €800 milioni.
(Vedi Utili: 1° trim DaimlerChrysler batte attese )