WALL STREET GRADISCE I DATI MACRO E PARTE AL RIALZO

25 Maggio 2006, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di seduta in buon rialzo per gli indici Usa, che trovano conforto nei dati macro diffusi in mattinata. L’aggiornamento sul Pil, in particolare, ha diluito le tensioni sull’aumento dell’inflazione. Ad offrire supporto sono anche alcune notizie societarie provenienti dal comparto hi-tech. Il Dow Jones e’ in rialzo dello 0.36% a 11153, l’S&P500 guadagna lo 0.60% a 1266, il Nasdaq e’ in progresso dello 0.85%, a quota 2187.

Il dato rivisto sul Prodotto Interno Lordo
del primo trimetsre ha registrato una crescita del 5.3%, attestandosi ad un livello inferiore rispetto a quello degli analisti (+5.8%). Il dato preliminare aveva registrato un avanzamento del 4.8%. Il dato ha allontanato i timori di un rallentamento economico ed allo stesso tempo ha confermato che le pressioni inflazionistiche restano sotto controllo.

Gli investitori, ultimamente molto sensibili ai dati macro, sono proprio alla ricerca di tali notizie, che possano allontanare la minaccia dell’inflazione senza fravare sullo sviluppo economico, nella speranza che la Fed termini quanto prima il ciclo rialzista sul costo del denaro.

L’altro dato in calendario, relativo al comparto del lavoro, si e’ rivelato leggermente peggiore delle attese. La scorsa settimana le nuove richieste di sussidi di disoccupazione
sono scese di 40 mila unita’, attestandosi ad un livello di poco superiore al consensus.

Buone notizie sono giunte dal comparto societario. In evidenza il comparto hi-tech, grazie alla partnership tra Yahoo! ed Ebay, che permettera’ alle due societa’ di migliorare i rispettivi servizi di pubblicita’ e pagamento. YHOO guadagna il 4% circa, EBAY e’ schizzato di oltre otto punti percentuali.

Buone notizie anche dal settore retail, con Wal-Mart, leader del comparto, in rialzo di circa il 2% grazie all’upgrade emesso dagli analisti di Banc of America accompagnato da un aumento del target price.

In recupero il comparto delle commodities: l’oro guadagna $6.50 a $644 l’oncia; il petrolio si e’ spinto sopra i $70. Al momento i futures con scadenza luglio sono in crescita di 34 centesimi a quota $70.20 al barile.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sul valutario, in recupero l’euro nei confronti del dollaro a quota $1.2786. Invariati i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ fermo al 5.034%.