Società

WALL STREET: GLI INDICI PROCEDONO IN TRADING RANGE

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Avvio di seduta piatto per i listini amaricani, che procedono in trading range in assenza di catalizzatori significativi in grado di orientarne la direzione. Il Dow Jones e l’S&P550 sono pressoche’ invariati, rispettivamente a quota 10830 e 1210. Piu’vivace il Nasdaq, che guadagna lo 0.21% a 2091.

Non sono emerse sorprese di rilievo dall’audizione di Alan Greenspan al Senato svoltasi mercoledi’. Il n.1 della Fed ha confermato che l’economia americana gode di buona salute ma ha ribadito che, nonostante gli aumenti, i tassi d’interesse sono ancora bassi.

Gli operatori, quindi, si aspettano che nei prossimi mesi la Banca Centrale Usa prosegua sulla strada degli aumenti del costo del denaro. I dubbi riguardano il target che ha la Fed sui tassi e la velocita’ con cui intende raggiungere tale obiettivo. Greenpan oggi terra’ il secondo un altro intervento, questa volta alla Camera, a partire dalle 16:00 ora italiana.

Sul fronte economico, si sono rivelati migliori delle attese i dati sulle nuove richieste di sussidi di disoccupazione. La settimana scorsa sono scese di 2.000 unita’ a 302.000. E’ il minimo degli ultimi 4 anni. A gennaio sono saliti piu’ delle attese, invece, i prezzi import: l’incremento e’ dello 0.9%. Ad incidere e’ stato in primo luogo il caro petrolio.

Alle 16:00 saranno pubblicati i dati di gennaio del superindice, l’indicatore che anticipa lo stato dell’economia americana per i prossimi 6-12 mesi. Alle 18:00 molto atteso e’ il Philadelphia Fed, il rapporto della Federal Reserve sull’attivita’ manifatturiera nell’area di Philadelphia.

Passando alla cronaca societaria, buone notizie dal settore hi-tech. Il coloso dei PC Hewlett-Packard ha pubblicato risultati trimestrali migliori delle attese. Buoni anche gli utili di Wal-Mart. n.1 al mondo nel settore retail.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in ribasso i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.19% contro il 4.16% della chiusura di mercoledi’. L’oro e’ in calo di $0.7 a $426.2 all’oncia, il petrolio guadagna 18 centesimi a $48.51 al barile e l’euro viene scambiato a 1.3048 contro il dollaro.