WALL STREET: GLI INDICI INCREMENTANO LE PERDITE

7 Aprile 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meta’ seduta i listini americani si presentano deboli. Il Dow Jones cede lo 0.85% a 10480 e il Nasdaq lo 0.90% a 2041.

Condizionano la seduta in primo luogo le preoccupazioni sulla stagione degli utili. Dopo il pesante warning lanciato martedi’ da Nokia sul fatturato del primo trimestre, ulteriori pressioni sui titoli hi-tech oggi sono arrivate dalle previsioni deludenti di Seagate Technology e dalla nota negativa di Prudential su Hewlett-Packard.

Cattive notizie anche dalla “old economy”, con i risultati inferiori alle stime riportati dal colosso dell’alluminio Alcoa. Le attese degli operatori sono ora concentrate sulla trimestrale di Yahoo!, che pubblichera’ il bilancio dopo la chiusura della borsa. Domani sara’ la volta di General Electric.

Dei trenta titoli che compongono il Dow Jones i maggiori rialzi li realizzano McDonald’s (0.86%), American Express (+0.22%) e JP Morgan (+0.04%). Guidano la lista dei peggiori Hewlett-Packard (-2.31%), Alcoa (-2.19%) e Intel (-2.22%).

Sul fronte economico, nel mese di marzo i prezzi all’importazione hanno registrato una crescita dello 0,9%. Esclusa la componente petrolifera il dato e’ cresciuto dello 0,2%, registrando il sedicesimo mese consecutivo di rialzo. Alle 21:00 ora italiana sara’ pubblicato il dato su credito al consumo.