WALL STREET: GLI ANALISTI SCOMMETTONO SUI PC

12 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

La domanda di personal computer ha subito un lieve calo negli Stati Uniti, sia per una certa saturazione del mercato che per l’offerta di gadget elettronici in grado di emulare alcune funzioni tipiche dei pc, ma gli analisti scommettono comunque su una brillante ripresa.

Don Young di Paine Webber e Dan Niles di Leheman Brothers sono convinti che l’andamento delle vendite abbia risentito dell’onda lunga del ‘Millennium Bug’, problema ormai definitivamente archiviato.

L’impulso decisivo dovrebbe arrivare da Windows 2000, l’ultima versione del sistema operativo di casa Microsoft per l’utenza professionale, veloce, ricco di funzioni, ma molto esigente in termini di memoria e di microprocessore: impossibile vederlo ‘girare’ al meglio su una macchina non piu’ giovanissima.

Il produttore favorito di Young e’ Gateway (GTW), che avrebbe un miglior contatto diretto con la clientela e la capacita’ di generare utili anche attraverso la vendita di accessori.

La scelta di Niles cade invece su Compaq (CPQ) e Dell (DELL) per la maggiore presenza nel mercato delle grandi aziende.