Wall Street: giu’ per la quarta seduta consecutiva, in settimana Dow -3.3%

13 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

Massimi di tre settimane del dollaro sull’euro, maggior flessione dal 2 luglio scorso per petrolio in cinque giorni di scambio, investitori orientati alla sicurezza spingendo al rialzo i prezzi dei Treasury e mantenendo l’oro al top di sei settimane. Si chiude cosi’, all’insegna di ribassi frazionali, la giornata odierna a Wall Street.

Il Dow ha perso 16 punti a 10303 (-0.2%), giu’ dello 0.8% a 2173 il Nasdaq mentre l’S&P 500 ha lasciato sul terreno lo 0.4% a 1079. In settimana il benchmark di Wall Street ha ceduto il 3.8%, -3.3% per il Dow piu’ pesante il listino tecnologico con un -5%. Si tratta della peggior 5 giorni di scambi da inizio luglio.

Sul fronte settoriale, si difendono solo le utilities (+0.36%) mentre la maglia nera va ai tecnologici (-0.56%). A seguire -0.45% per le risorse di base, -0.24% per indutriali ed energetici, -0.21 per i finanziari.

E’ durato poco l’entusiamo legato alla pubblicazione del dato sulla fiducia dei consumatori, in rialzo ma non abbastanzaq per gli analisti. Restando sul fronte macro, sono stati in linea alle attese i prezzi al consumo di luglio. Lievemente peggio del previsto le vendite al dettaglio, relative sempre al mese scorso. Massimi da maggio 2009 per le scorte di magazzino di giugno.

Si riaccende il tema legato alle mosse della Federal Reserve e alla ripresa del quantitative easing, iniziative straordinarie pensate per far riparti l’econonia Usa. Il presidente della Federal reserve di Kansas City, Thomas Hoenig, ha ribadito la sua pozione di contrarian all’interno del board della banca centrale che martedi’ scorso ha decisio di mantenere il costo del denaro a livelli bassi per un “periodo esteso di tempo”. Secondo l’esperto e’ necessario alzare il costo del denaro Usa dallo 0 all’1%.

Sul fronte societario si segnalano un paio di operazioni di M&A. Unica Corp, societa’ di software e servizi per l’automatizzazione di processi di marketing, balza del 117% dopo che il colosso informatico IBM ha detto che paghera’ $21 per azione, o $480 milioni, per comprare in gruppo. L’operazione avverra’ interamente in contanti.

Il gruppo di energia elettrica Dynegy sale di circa il 60%. La societa’ verra’ acquisita da una controllata di Blackstone Gorup per $4.7 billion, debito incluso. Gli azionisti del gruppo riceveranno $4.50 in contanti per ogni azioni circolante in loro possesso.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures sul petrolio con consegna settembre, hanno perso $0.35 a $75.39, lasciando sul terreno in una settimana il 6.6%. Il derivato con scadenza agosto dell’oro, che ieri aveva guadagnato $18 a $1217 l’oncia, chiude pressoche’ invariato confermandosi sui massimi di sei settimane. Sul valutario l’euro ha segnato un -0.59% a quota $1.2753. Quanto ai Treasury, i prezzi del benchmark decennale salgono con il rendimento sceso al 2.6880 dal 2.7350% di ieri.