WALL STREET: GIORNATA DI RALLY PER GLI INDICI

6 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Torna il toro sui mercati americani. Dopo tre giorni consecutivi di ribassi gli indici Usa hanno messo a segno il rally che gli investitori attendevano da tempo, con il Nasdaq che e’ arrivato a incamerare un progresso superiore al 4%. Ma negli ultimi minuti i timori relativi alla situazione finanziaria dell’operatore telecom Qwest (Q – Nyse) e le pesanti perdite del titolo hanno smorzato notevolmente i guadagni. Gli indici non sono riusciti cosi’ a chiudere ai valori piu’ alti della seduta. Il Dow Jones ha chiuso in ribasso di 139 punti dal massimo toccato. L’esito e’ stato comunque molto positivo.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.259,55 (+4,44%);
Il Dow Jones a 8.274,09 (+2,85%);
L’S&P 500 a 859,57 (+2,99%);

Il segno piu’ e’ tornato a brillare sulle borse gia’ fin dalle prime battute delle contrattazioni, quando il Dow Jones e’ avanzato di 200 punti nel giro di poche ore. Immediato e’ stato lo scatto del blocco degli ordini automatici di acquisto , una misura per evitare gli eccessi di rialzo. A riportare la fiducia sui mercati e’ stata l’attesa sugli utili trimestrali che saranno comunicati a breve dal colosso infrastrutture Internet Cisco Systems (CSCO – Nasdaq).

I TEMI DELLA SEDUTA

I mercati hanno brindato alla possibilita’ di nuovi tagli dei tassi di interesse da parte della Fed ventilata da Lehman Brothers . Per la banca d’affari la necessita’ sarebbe giustificata dalla tornata di dati macroeconomci negativi che si sono succeduti nelle ultime sedute e che hanno messo in ginocchio i mercati azionari (vedi Ism servizi , Pil secondo trimestre , tasso di disoccupazione , Ism manifatturiero , fiducia dei consumatori , ordini alle fabbriche ). Lehman ha poi sottolineato come entro la fine dell’anno le riduzioni del costo del denaro potrebbero essere addirittura tre. La probabilita’ di un salvagente lanciato dalla Banca centrale americana in soccorso agli indici Usa ha messo le ali alle borse.

Tra gli elementi di traino della seduta odierna anche il rafforzamento del dollaro , che ha toccato il massimo delle ultime sei settimane nei confronti dello yen e dell’euro. Hanno contribuito agli acquisti le speculazioni di uno spostamento di asset tedeschi dall’obbligazionario all’azionario. Confortanti sono state le notizie provenienti dal fronte societario. Sotto i riflettori l’’upgrade’ da ‘hold’ a ‘buy’ di Needham sul colosso dei Pc Dell (DELL – Nasdaq) e il giudizio positivo di J.P. Morgan Chase sul colosso finanziario Citigroup (C – Nyse)

I TITOLI E I SETTORI IN MOVIMENTO:

SOFTWARE (GSO). IN FORTE RIALZO.
In salita il colosso del software Microsoft (MSFT – Nasdaq) che ha dichiarato di attendersi una crescita del proprio business in Cina del 50% nell’anno fiscale in corso. In crescita anche BEA Systems (BEAS – Nasdaq) dopo che Goldman ha espresso un giudizio positivo sulla societa’ consigliando di posizionarsi sul titolo in considerazione degli utili che saranno comunicati il 14 agosto. In progresso Adobe (ADBE – Nasdaq), Siebel Systems (SEBL – Nasdaq) e Oracle (ORCL – Nasdaq).

NETWORKING (NWX). IN FORTE CRESCITA.
A trainare il comparto il colosso delle infrastrutture per Internet Cisco Systems (CSCO – Nasdaq) che oggi dopo la chiusura annuncera’ la trimestrale. Le stime degli analisti consultati da Multex e da Zacks sono di un utile di 12 centesimi per azione, in forte miglioramento rispetto all’anno precedente, quando il trimestre fu chiuso con un utile di “soli” 2 centesimi per azione. Il titolo e’ in rialzo nel preborsa. L’attesa sui mercati e’ fin qui decisamente positiva. Nel settore si sono messi in evidenza i guadagni di Nortel (NT – Nyse). In volo Juniper Networks (JNPR – Nasdaq) dopo l’accordo con Ericsson (ERICY – Nasdaq).

FINANZIARI (DJ_FIN). IN FORTE GUADAGNO.
A dare una spinta al settore, il giudizio positivo di JPM sul colosso Citigroup (C – Nyse). La banca ha dichiarato di essere maggiormente ottimista sull’outlook relativo al medio termine del gruppo, dal momento che l’azione sarebbe in una condizione di ipervenduto rispetto al profilo del rischio. Ribadita la valutazione buy.
In crescita la societa’ assicurativa MetLife (MET – Nyse) ha pubblicato ieri i risultati trimestrali battendo le aspettative. In territorio positivo i titoli delle case di brokeraggio Morgan Stanley (MWD – Nyse) e Merrill Lynch (MER – Nyse).

INFORMATICA (GHA). IN FORTE RIALZO.
Balzo di Dell dopo l’upgrade di Needham.
Occhi puntati sul colosso informatico IBM (IBM – Nyse) che ieri ha chiuso vicino ai minimi dell’anno e che nelle contrattazioni odierne ha chiuso con un guadagno superiore al 4%. In volo Apple (AAPL – Nasdaq) e Qlogic (QLGC – Nasdaq)

SEMICONDUTTORI (SOX). IN VOLO.
Forte rimbalzo per il comparto dopo i ribassi di ieri e dopo le dichiarazioni di numerose banche d’affari secondo cui il
settore ha toccato nuovi minimi. Rimbalzi per il titolo del colosso dei chip Intel (INTC – Nasdaq) e per Altera (ALTR – Nasdaq) e Advanced Micro Devices (AMD – Nyse).

FARMACEUTICI (DRG). IN CRESCITA.
In salita la societa’ farmaceutica Schering Plough (SCH – Nyse) nonostante la banca d’affari Merrill Lynch ne abbia rivisto al ribasso il rating sul lungo termine da ‘strong buy’ a ‘neutral’. Bene Pharmacia (PHA – Nyse) e Amgen (AMGN – Nasdaq).

WIRELESS (YLS). IN FORTE SALITA.
In crescita la societa’ di telefonia mobile Sprint PCS (PCS – Nyse) Sprint PCS (PCS – Nyse). Balzo in avanti di Tellabs (TLAB – Nasdaq).

INTERNET (DOT). IN GUADAGNO.
La nomina di Jonathan F. Miller, nuovo amministratore delegato della divisione Internet, ha permesso al titolo AOL Time Warner (AOL – Nyse) di risalire la china, dopo i ribassi delle ultime sedute, scatenati dalle indagini della Sec.

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI TITOLI CALDI , in INSIDER.