WALL STREET: GENERAL MOTORS SPINGE I LISTINI USA

4 Maggio 2005, di Redazione Wall Street Italia

*Marco Bonelli, Managing Director di Raymond James, e’ molto conosciuto tra gli investitori istituzionali e i trader italiani. I suoi commenti quotidiani di meta’ seduta sull’andamento della Borsa Usa (comprese le indicazioni di trading operativo e le posizioni rialziste) non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

La sessione di oggi si e’ aperta in denaro. General Motors (GM) sta guadagnando oltre $4, dopo la notizia che Kirk Kerkorian della Tracinda Corp. ha annunciato di voler aumentare la propria partecipazione in GM di un ulteriore 5%. Time Warner (TWX) e Cigna (CI) hanno entrambe pubblicato risultati trimestrali al di sopra delle attese. American Tower (AMT) ha annunciato l’acquisizione di SpectraSite (SSI) per $3.1 miliardi, mentre Fresenius Medical Care (FMS) acquistera’ Renal Care Group (RCI) per $4 miliardi. Il prezzo del greggio e’ sceso intorno ai $49 al barile.

Al momento, l’indice Dow Jones e’ in rialzo di 72 punti a 10329 Nasdaq è in denaro di 14 punti a 1947 e l’S&P500 sta guadagnando 7 punti a 1168.
Si stanno distinguendo in positivo i settori finanziari, brokers, semiconduttori e servizi per le telecomunicazioni.
Le letture del rapporto “put-call” sono particolarmente basse: 85% alle 10:00 e 90% alle 11:00.
L’indice VIX si trova al livello di 14.24. L’indice ”advance/decline” sta facendo registrare una lettura di +1400. I volumi sul NYSE sono di 777 milioni di titoli scambiati.

Nelle ultime tre sessioni, l’Indice Dow Jones ha fatto segnare un guadagno di 186 punti, chiudendo ieri a quota 10256.95. Il mercato si trova cosi’ a meno di 150 punti da 10400, livello che, secondo noi, il mercato dovrebbe raggiungere prima di cominciare un “retest” dei recenti minimi al di sotto di 10000.
Ci aspettiamo dunque a breve l’inizio della fase di ritracciamento della sequenza “minimo di reazione-rialzo-ritracciamento”.

TRADING OPERATIVO:

Questa mattina, tra le nostre posizioni si stanno distinguendo in positivo i titoli di YHOO +1.3%, CHK +1%, USNA +0.9% e AU +.08%. MERQ e’ invariato, mentre THQI sta perdendo circa il 2%, in attesa della pubblicazione dei risultati trimestrali di questa sera.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

DA QUI ALLA CHIUSURA:

Questa sera dopo la chiusura, le societa’ di Alamosa Holdings (APCS), Guess? (GES), Prudential (PRU), Qlogic (QLGC) e THQ Inc. (THQI), fra le altre, pubblicheranno i risultati trimestrali.

Domani mattina, saranno pubblicati i dati macro sulle richieste di nuovi sussidi di disoccupazione e sulla produttività” (dato preliminare).

POSIZIONI RIALZISTE:

GILD (APERTA IL 27/9 A $35.80; CHIUSA IL 26/4 A $39.55; PERF +10.47%)

NVLS (APERTA IL 3/12 A $29.40; CHIUSA IL 29/4 A $23.09; PERF –21.46%)

YHOO (APERTA IL 13/12 A $37.65; ATTUALE $34.74; PERF –7.73%)

THQI (APERTA IL 25/2 A $27.10; ATTUALE $25.68; PERF –5.24%)

IMAX (APERTA IL 11/3 A $10.22; CHIUSA IL 29/4 A $7.82; PERF –23.48%)

CHK (APERTA IL 17/3 A $22.35; ATTUALE $19.20; PERF –14.09%)

USNA (APERTA IL 21/3 A $45.0; ATTUALE $42.27; PERF –4.96%)

MERQ (APERTA IL 24/3 A $46.55; ATTUALE $41.0; PERF –11.92%)

AU (APERTA IL 7/4 A $35.12; ATTUALE $32.79; PERF –6.63%)

BORSA: WALL STREET AVANZA CON GENERAL MOTORS (+13%)/ANSA

General Motors spinge i listini Usa dopo la notizia che la società Tracinda del multimiliardario Kirk Kerkorian possiede una quota del 3,89% del capitale e intende anche raddoppiarla con un’ offerta per l’ acquisto di 28 milioni di azioni al prezzo unitario di 31 dollari.

Il sentiment positivo è anche sostenuto da notizie sul fronte delle fusioni e acquisizioni, dai risultati migliori delle attese comunicati ieri sera a Borse chiuse dalla big delle assicurazioni vita MetLife e dal calo del greggio, sceso oggi sotto i 49 dollari barile. Sul Dow Jones spiccano appunto i guadagni di Gm che balza del 13%, a 31,29 dollari. La notizia dell’ offerta di Kerkorian, a suo tempo già maggior azionista di Chrysler, spinge tutto il comparto auto, con lo speciale sottoindice che avanza del 4,4%, per il maggior guadagno tra i gruppi industriali dello S&P 500. Bene anche Ford Motor, che sale di 70 cents, a 10,17 dollari, e DaimlerChrysler che guadagna 1,26 dollari, a 40,56.

Bene anche il comparto assicurativo grazie alle buone performance di MetLife e Aon. La prima sale di 3,16 dollari, a 42, la seconda avanza di 3,80 dollari, ovvero del 18%, a 25,07 dollari, risultando la best performer dello S&P 500. Come Metlife, anche Aon beneficia di una trimestrale superiore alle attese. Sotto i riflettori, inoltre, Renal Care, la catena di centri per dialisi, che balza di 5,95 dollari, a 45,25, dopo essere stata acquista da Fresenius Medical Care per 3,5 miliardi di dollari.

Nel comparto tlc brilla SpectraSite, in rialzo di 3,85 dollari, a 60,05, dopo la notizia del suo acquisto da parte di American Tower, big dei servizi wireless. Giornata-no, invece, per Electronic Arts e Strayer Education: la prima, colosso dei video-game, cede l’ 8,7%, a 48,31 dollari, dopo aver diffuso un profit-warning sull’ anno; la seconda, specializzata nei programmi di apprendimento per adulti, è protagonista di un tonfo del 20%, a 83,78 dollari, dopo aver ugualmente comunicato un profit-warning relativo al trimestre in corso.

Quando sono trascorse poco più di due ore dall’ avvio delle contrattazioni, questa la situazione dei principali indici della Borsa Usa: il Dow Jones sale dello 0,76% (10.334,91 punti), lo S&P 500 avanza dello 0,64% (1.168,58) e il Nasdaq è in progresso dello 0,72% (1.946,92).