WALL STREET: FUTURES TORNANO TUTTI NEGATIVI

23 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora dall’apertura delle contrattazioni a New York, i futures sugli indici tornano tutti in territorio negativo, con il contratto sul Nasdaq che annulla i guadagni della mattinata.

Dopo un avvio segnato dal prevalere della sfiducia, a caratterizzare il mercato dei futures e’ adesso l’incertezza per i risultati di bilancio che verranno resi noti nel corso della giornata.

Dopo le buone notizie arrivate questa mattina, con ECM (ECM – Nyse), societa’ attiva nel comparto tecnologico e Merrill Lynch (MER – Nyse), la prima casa di brokeraggio al mondo, che hanno battuto le aspettative degli analisti, nel corso della giornata sono attesi i risultati di Compaq Computer (CPG – Nasdaq), uno dei principali concorenti di ECN, e di due giganti del setore farmaceutico, Merck & Co. (MRK – Nyse) e Pfizer (PFE – Nyse).

A giudicare dal valore attuale dei contratti, l’apertura di borsa e’ attesa incerta.

Il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 1,90 punti (-0,14%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 4 punti (-0,15%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 23 punti (-0,15%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro Usa a 10 anni fa registrare prezzi a $1039,1 e rendimenti al 5,23%.