WALL STREET: FUTURES SU INDICI IN CADUTA LIBERA

22 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A pochi minuti dall’inizio delle contrattazioni a New York, i futures sugli indici accentuano le perdite. A giudicare dal valore attuale dei contratti, l’apertura di borsa e’ attesa in forte ribasso, con perdite accentuate sul comparto tecnologico.

I cali sui futures sono legati al forte ribasso di Intel Corp. che ieri ha annunciato un forte ridimensionamento degli utili previsti nel terzo trimestre. I motivi: il rialzo del prezzo del petrolio e l’euro debole avranno come conseguenza l’indebolimento della domanda di microprocessori in Europa.

Alle 09:10 (ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 28,10 punti (-1,91). Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 92 punti (-2,44%). Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 205 punti (-1,88%).

Il contratto sul Nasdaq si trova al limite massimo di ribasso consentito (-92 punti), al di sotto del quale scatta il blocco delle contrattazioni del future. Attenzione quindi: il ribasso effettivo potrebbe essere nettamente superiore.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro Usa a 10 anni fa registrare prezzi a $99,28 e rendimenti al 5,85%.