WALL STREET: FUTURES SU DOW RECUPERA TERRENO

15 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle contrattazioni a New York i futures mantengono le posizioni in territorio positivo. Bene anche il contratto sul Dow Jones che recupera le posizioni perse e adesso cresce dello 0,85%.

Sul contratto sul Nasdaq, in rialzo di circa il 3%, si fa sentire l’influenza positiva di Nokia. Questa mattina il gigante finlandese dei cellulari ha previsto di chiudere il trimestre con utili in linea con le aspettative, nonostante l’annunciata contrazione delle vendite.

Sempre nel settore tecnologico, Texas Instruments, uno dei principali produttori mondiali di chip ha annunciato la chiusura di uno stabilimento in California e il licenziamento di 600 persone.

Sul fronte macroeconomico, alle 10.00 (le 16.00 ora di New York) verra’ comunicato la survey della Fed di Philadelphia, una serie di indici economici pubblicati dalla banca federale di Philadelphia – un indicatore preliminare dello stato dell’economia USA.

Nessuna preoccupazione per una possibile ripresa dell’inflazione dal dato sui prezzi all’importazione in febbraio.

I prezzi dei beni importati negli Stati Uniti in febbraio hanno registrato un rialzo dell’1,7%, quelli dei beni esportati sono invece scesi dello 0,2%; lo ha comunicato questa mattina il dipartimento del Lavoro Usa.

Eliminata la componente volatile del settore petrolifero, i prezzi dei beni importati hanno registrato un rialzo contenuto, pari allo 0,1%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 12,60 punti (+1,07%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in rialzo di 53,50 punti (+3,01%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 86 punti (+0,85%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $1013,8 e rendimenti al 5,28%.