WALL STREET: FUTURES DI POCO SOTTO LA PARITA’

16 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’apertura delle contrattazioni a New York tutti i contratti futures rimangono in territorio negativo, in una seduta caratterizzata dagli alti volumi di scambio dato il ‘triple witching’.

La seduta di scambio di oggi dei futures coincide con il ‘triple witching’, la scadenza contemporanea di futures, opzioni e opzioni sui futures.

Questa coincidenza causa normalmente un alto volume di scambi ed un’alta volatilita’ dei contratti.

Gli occhi degli investitori sono tutti puntati sui dati macroeconomici che verranno resi noti in mattinata.

Alle 15:30 (le 8:30 ora di New York) verranno annunciati i dati sui prezzi alla produzione industriale e sulla costruzione di case nuove relativi al mese di febbraio.

Alle 16:00 (le 10:00 ora di New York) verra’ invece diffuso il rapporto sulla fiducia dei consumatori dell’Universita’ del Michigan.

Il cosidetto ‘Michigan sentiment’ ha un’elevata importanza in quanto si riferisce ad una delle regioni a piu’ alta industrializzazione degli Stati Uniti, e in quanto anticipa il dato relativo a tutto il paese.

Questi dati sono gli ultimi che la Federal Reserve Bank prendera’ in esame prima di effettuare eventuali interventi sui tassi di interesse, dato che martedi’ 20 febbraio e’ fissata la riunione del Federal Open Market Committee (FOMC), l’organo della Fed che decide in materia di politica monetaria.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in ribasso di 0,70 punti (-0,06%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 3 punti (-0,17%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in ribasso di 25 punti (-0,25%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $101,66 e rendimenti al 4,79%.