WALL STREET: FUTURE SUL NASDAQ CHINA LA TESTA

12 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il recupero dei contratti sugli indici e’ durato il tempo di un attimo. A mezzora dall’inizio delle contrattazioni i future non riescono a risalire la china . A pesare sui mercati sono i forti ribassi del titolo della societa’ di infrastrutture per Internet Juniper Networks (JNPR – Nasdaq), che accusa la decisione della banca d’affari Morgan Stanley di tagliare il rating sul titolo da “equal weight “ a “underweight”, dopo che la societa’ ha dichiarato di non prevedere una ripresa della domanda relativa ai suoi prodotti. .

Male anche il titolo software Siebel Systems (SEBL – Nasdaq). I vertici della societa’ hanno infatto sottolineato che il comparto software non ha registrato alcun miglioramento del primo trimestre, prevedendo un un secondo trimestre ancora difficile .

Ad appesantire i mercati, i continui scandali societari, acuiti pochi minuti fa dall’arresto dell’ex amministratore delegato del gigante biotech Imclone (IMCL – Nasdaq).

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in calo di 0,80 punti (-0,08%).

Il contratto sull’indice Nasdaq è in ribasso di 6,50 punti (-0,59%)

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ invariato.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi inrialzo a 99,7 e rendimenti in rialzo al 4,98%.

Di poca rilevanza la comunicazione del dato macroeconomico relativo ai prezzi all’importazione di maggio che e’ rivelato invariato contro il rialzo dello 0,5% stimato dal consensus degli analisti. I prezzi all’esportazione hanno invece segnato un calo dello 0,1%.

Il future sul Dow e’ sostenuto dal gigante dei prodotti per il largo consumo Procter & Gamble (PG – Nyse) che ha annunciato che la crescita degli utili per il quarto trimestre fiscale che terminera’ a giugno dovrebbe rivelarsi al di sopra delle stime annunciate precedentemente, grazie soprattutto a forti volumi di vendita.

Debole il contratto sul Nasdaq , che si prepara ad affrontare una seduta difficile dopo gli ennesimi ribassi di ieri, che hanno portato l’indice a sfondare nuovamente il supporto psicologico dei 1.500 punti, sulla scia delle forti perdite dei titoli biotech.

A livello settoriale

Ed e’ proprio il settore Biotech (BTK ) che potrebbe scendere, allineandosi alle notizie negative di pochi minuti fa relative al colosso Imclone (IMCL – Nasdaq), il cui ex amministratore delegato e’ stato arrestato per insider trading

Sul comparto dei semiconduttori (SOX ) si mette in luce il colosso dei microprocessori Advanced Micro Devices (AMD – Nyse), le cui stime sui risultati sono state riviste al rialzo dalla banca d’affari Prudential . La notizia potrebbe rivitalizzare il settore, che nella seduta di martedi’ ha continuato a cedere, sulla scia dell’ennesimo calo di Intel (INTC – Nasdaq).

Occhi puntati sul comparto wireless (YLS ), che potrebbe sostenere gli indici ancora grazie all’operatore di telefonia mobile Nokia (NOK – Nyse), premiata con un buy dalla banca d’affari Dresdner

Notizie negative, invece, per il settore infrastrutture Internet (NWX ), che potrebbe accusare le notizie poco confortanti relative a Juniper Networks (JNPR -Nasdaq).

La dichiarazione di Siebel Systems (SEBL – Nasdaq), potrebbe invece mettere sotto pressione il settore software (GSO).

Per avere tutti i dettagli clicca su WSI PRE-BORSA, in INSIDER. Abbonati subito!

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA