WALL STREET: FUTURE SU NASDAQ ANCORA IN ROSSO

5 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora dall’apertura delle borse a New York, i futures sugli indici restano contrastati, con il contratto sul Nasdaq che perde lo 0,26% sulle cattive notizie arrivate dal settore dei semiconduttori e le previsioni negative sugli utili di Cisco.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 2,60 punti (+0,19%).

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 6,50 punti (-0,26%).

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 5 punti (+0,05%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $1045,0 e rendimenti al 5,15%.

Questa mattina l’associazione dei produttori di semiconduttori USA ha reso noto che nel corso del 2000 le vendite complessive del settore si sono attestate a quota $204 miliardi, al di sotto delle previsioni. Stime negative anche per quanto riguarda il 2001, in cui difficilmente sara’ rispettata la previsione di crescita delle vendite del 22%.

Il sentiment del settore tcnologico e’ trascinato verso il basso anche dal clima negativo che precede l’annuncio dei risultati del quarto trimestre di Cisco Systems, fissato per martedi pomeriggio.

First Call/Thompson Financial si attende utili in calo a quota 4-5%, con stime ancora peggiori per il primo trimestre 2001.