WALL STREET: FUTURE IN LEGGERO CALO

30 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa sono ancora in rosso.

Alle 14:30 (le 8:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 3,70 punti (-0,47%).

Il contratto sull’indice Nasdaq perde 4,50 punti (-0,47%).

Il contratto sull’indice Dow Jones è in calo di 35 punti (-0,46%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi in calo a 102,15 e rendimenti in rialzo al 4,55%.

Dopo il forte rialzo di lunedi’, i mercati Usa sembrano intenzionati a riprendere fiato nella seduta di oggi, in attesa di segnali piu’ forti che possano sostenere e giustificare le speranze di ripresa. Cautela quindi in attesa, oggi, della fiducia dei consumatori di luglio compilata dal Conference Board che secondo gli economisti dovrebbe rivelarsi in calo, in quanto intaccata, in questi ultimi mesi, dall’erosione dei mercati azionari.

Come un specchio che riflette o anticipa l’andamento dei mercati, torna a perdere terreno anche il dollaro appunto sulle aspettative che le borse interromperanno oggi la ripresa messa a segno nelle ultime quattro sedute, sulla scia dei dubbi degli investitori circa la solidita’ della ripresa messa a segno nei giorni.

E a pesare sui mercati sono anche le preoccupazioni per il Brasile, la cui moneta ha toccato i minimi storici sul timore che il Fondo Monetario Internazionale possa non intraprendere quei passi necessari di supporto alla nazione prima delle elezioni presidenziali di ottobre.

Di nuovo sotto i riflettori la vicenda dei finanziamenti all’ex colosso energetico Enron che la settimana scorsa aveva visto nell’occhio del ciclone i colossi Citigroup (C – Nyse) e J.P Morgan (JPM – Nyse) accusati dal Congresso Usa di aver aiutato la societa’ a nascondere i debiti dal bilancio attraverso alcuni accordi. Oggi e’ il turno del broker Merrill Lynch che, davanti al congresso dovra’ rispondere in merito ad alcuni presunti accordi “discutibili” avuti con il gruppo. Prevista dunque pressione sul settore finanziario.

Il calo la societa’ biotech Biogen (BGEN – Nasdaq) dopo aver annunciato che i risultati della seconda fase sperimentale di un farmaco non hanno ottenuto gli effetti sperati.

In rosso il gruppo software BEA Systems (BEAS – Nasdaq) dopo che la banca d’affari Prudential ne ha ridotto le stime su fatturato e utili 2003 e 2003 puntando il dito contro la persistente debolezza della spesa per l’Infromation Tecnology.

UTILI
Ha deluso le aspettative la trimestrale La societa’ attiva nel settore dell’energia Dinegy (DYN– Nyse). Il gruppo ha inoltre rivisto al ribasso le previsioni per il 2002.

DA SEGNALARE

Il Nasdaq Stock Market ha annunciato ieri, dopo la chiusura delle contrattazioni, che il titolo dell’operatore di telefonia a lunga distanza WorldCom (WCOEQ – Nasdaq) sara’ eliminato dal listino . La ragione della decisione e’ dovuta alla mancanza di puntualita’, da parte della societa’ di telecomunicazioni, nel fornire tutti i documenti richiesti dall’organo di controllo della borsa Security and Exchange Commission. Il delistamento avra’ effetto a partire da oggi.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA