WALL STREET: FUTURE IN CALO, MERCATO GUARDA UTILI

17 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’apertura delle contrattazioni a New York, i future sono negativi.

Alle 14:30 (le 08:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in ribasso 4 punti (-0,33%).

Il contratto sull’indice Nasdaq perde 18,50 punti (-1,08%).

Il contratto sull’indice Dow Jones arretra di 10 punti (-0,10%).

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a $98,66 e rendimenti al 5,18%.

Il mercato e’ in attesa della nuova serie di utili che verranno pubblicati, mentre e’ gia’ stata diffusa la trimestrale di Eastman Kodak (EK – Nyse), il primo produttore al mondo di pellicole fotografiche e uno dei trenta componenti dell’indice Dow Jones, che ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile netto di $36 milioni, pari a 12 centesimi per azione.

Wells Fargo (WFC – Nyse), il quarto gruppo bancario negli USA, e’ incorso nel secondo trimestre dell’anno in una perdita netta di $87 milioni, pari a 5 centesimi per azione.

Nello stesso periodo dello scorso anno la societa’ di San Francisco aveva riportato un utile di 61 centesimi per azione.

Secondo i dati della societa’ di ricerca finanziaria Zachs, gli analisti a Wall Street si attendevano utili pro-forma di 67 centesimi per azione.

“Come previsto, continuamo a risentire del rallentamento generale dell’economia – ha detto Ely Licht, chief credit officer del gruppo – prevediamo che tale pressione continui nel futuro”.

Il colosso farmaceutico Pfizer (PFE – Nyse) ha terminato il secondo trimestre dell’anno con un utile netto di $1,89 miliardi, pari a 30 centesimi per azione, contro gli $1,44 miliardi, o 23 centesimi per azioni, avuti nello stesso periodo dell’anno precedente.

Secondo i dati di First Call/Thomson Financial, gli analisti a Wall Street si attendevano per Pfizer un utile contenuto a 29 centesimi per azione.

Merrill Lynch (MER – Nyse), una delle banche d’affari leader al mondo, ha registrato per il secondo trimestre dell’anno un utile netto di $541 milioni, pari a 56 centesimi per azione.

Il dato e’ superiore alle attese degli analisti di Wall Street, che si attendevano un utile di 54 centesimi per azione.

Sul fronte macroeconomico, per le 15.15 (le 9.15 ora di New York) e’ atteso il dato sulla produzione industriale di giugno, uno degli indicatori piu’ importanti del livello dell’attivita’ economica.