WALL STREET: FORTE L’HI-TECH CON GOOGLE E LUCENT

24 Marzo 2006, di Redazione Wall Street Italia

Gli indici americani hanno iniziato la seduta in rialzo, con particolare forza nel comparto hi-tech. Contrastate le notizie giunte dal fronte macro. Il Dow Jones e’ in progresso dello 0.10% a 11281, l’S&P500 dello 0.16% a 1303, il Nasdaq avanza dello 0.43% a 2309.

A sostenere il settore tecnologico sono una sere di notizie positive, che vanno dall’inserimento di Google nell’indice S&P500 alla robusta trimestrale di Palm, alle trattative di merger di Lucent Technologies.

Nella serata di giovedi’, e’ stata diffusa una nota da cui si e’ appreso che il titolo del celebre motore di ricerca verra’ inserito nel paniere dell’indice S&P500. Il fatto e’ stato accolto con euforia dagli investitori che hanno innescato un rally di GOOG, fino a toccare un rialzo del 10%

Buone notizie per Palm, la societa’ sviluppatrice del diffusissimo telefono cellulare Treo. L’azienda ha riportato forti risultati nell’ultimo trimestre, attestatisi ad un livello superiore a quello atteso dagli analisti. PALM e’ avanzato del 4.20% nella prima ora di scambi.

In netto progresso anche Lucen Tech (+10%) sulla scia del possibile merger con Alcatel. L’affare ha un valore di circa $34 miliardi.

Contrastati gli aggiornamenti economici. Nel mese di febbraio, gli ordini di beni durevoli sono aumentati del 2.6%, dopo essere letteralmente crollati nel mese precedente. A causa re la crescita del dato e’ stata la forte domanda per aerei di linea. Le attese degli economisti erano per un rialzo piu’ contenuto pari a +1.3%.

Forte rallentamento del settore immobiliare. Dopo l’inatteso aumento delle vendite di case esistenti, che aveva fatto pensare ad una ripresa del comparto, in mattinata sono stati diffusi i nuovi numeri sulle vendite di case nuove, attestatesi ad un livelo di 1.080 milioni, il piu’ basso dal maggio 2003. Il calo rispetto al mese precedente e’ del 10.5%.

Nel comparto energetico, il petrolio ha rotto la resistenza dei $64 al barile, proseguendo sulla strada di ieri. Al momento i futures con scadenza maggio avanzano di 19 centesimi a quota $64.10 al barile.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, in rialzo l’oro. Al momento il futures con scadenza aprile e’ in progresso di $4.20 a $5550 all’oncia. Sul valutario, l’euro e’ in recupero nei confronti del dollaro a quota $1.2018. In rialzo, infine, anche i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.72%.