WALL STREET: DOW VIRA IN TERRENO POSITIVO

15 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Balzo in avanti del Nasdaq, che recupera terreno grazie alla buona performance dei semiconduttori e software. Vira in territorio positivo il Dow Jones, che supera quota 10.300.

Sul Nasdaq si mette in evidenza la crescita di Oracle (ORCL – Nasdaq), sulla scia di alcuni rumors a Wall Street.

Per avere piu’ dettagli clicca su RUMORS nella sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Il titolo beneficia anche di una nota positiva espressa dalla banca d’affari Wells Fargo.

Il listino tecnologico azzera le perdite subite all’inizio delle contrattazioni, quando i mercati hanno accusato i ribassi sulla scia del dato relativo all’ indice dei prezzi al consumo di aprile, che ha messo in luce l’incremento dell’inflazione e ha alimentato i timori su prematuri rialzi dei tassi di interesse da parte della Fed.

Sul Nasdaq pesa tuttavia il forte calo della societa’ specializzata nel settore via cavo Adelphia Communications (ADLAE – Nasdaq), dopo la notizie che il fondatore, presidente e amministratore delegato di John Rigas, lascera’ presto l’azienda.

Debole, sebbene in lento recupero, il Dow Jones, che accusa il forte calo di Hewlett-Packard (HPQ – Nyse). La societa’ capitanata da Carly Fiorina, nel comunicare alla fine della seduta di martedi’ i dati trimestrali , ha dichiarato di essere pessimista sul recupero della spesa relativa all’Information Technology , provocando il calo odierno del titolo.

Male sul listino delle blue chip anche Exxon Mobil (XOM – Nyse), sulla scia della nota negativa di Deutsch Bank sul settore dei servizi petroliferi. L’indice tuttavia contiene le perdite grazie ai recuperi dei titoli retail Federated Department (FD – Nyse) e Wal-Mart (WMT – Nyse), che beneficano delle buone trimestrali.

I settori in movimento

► E’ stato il settore biotech (BTK) a innescare i guardagni , sul tabellone elettronico. Il comparto continua il rimbalzo dopo essere stato bastonato la scorsa settimana grazie a diverse notizie positive che interessano Medtronic (MDT – Nyse), OSI Pharmaceuticals e Human Genome Sciences (HGSI – Nasdaq), chye hanno ottenuto l’ok per i loro farmaci dalla FDA (Food and Drug Administration).

In crescita il settore retail (RLX) che prosegue il trend positivo di martedi’, incoraggiato dalla buona trimestrale di Federated Department (FD – Nyse). Guadagnano anche Wal-Mart (WMT – Nyse) e Costco (COST – Nasdaq).

► In recupero, invece, il settore semiconduttori (SOX), con Intel (INTC – Nasdaq), Texas Instruments (TXN – Nyse) e Xilinx (XLNX – Nasdaq). Ancora in calo Micron Technology (MU – Nyse). A riportare la fiducia sul settore dei chip e’ il recupero del colosso delle infrastrutture dei chip Applied Material (AMAT – Nasdaq). Il titolo supera la cautela espressa dalle banche d’affari Deutsche Bank e Lehman Brothers .

► Vira in territorio positivo il settore software (GSO) grazie ai guadagni di Oracle (ORCL – Nasdaq). Bene Verisign (VRSN – Nasdaq) e Microsoft (MSFT – Nasdaq). Il colosso di Bill Gates aveva inziato la seduta in rosso, dopo che la banca d’affari Goldman Sachs aveva pronosticato un calo del fatturato sulla scia del taglio di $100 su Xbox La stessa preoccupazione sul fatturato e’ stata espressa da Soundview.

► In progresso il comparto Internet (DOT), sulla scia del progresso del colosso media e Internet AOL Time Warner (AOL – Nyse), dopo che la banca d’affari Merrill Lynch ha alzato il giudizio sul breve termine relativo al titolo da ‘neutral’ a ‘buy’. Guadagnano Ebay (EBAY – Nasdaq), Yahoo! (YHOO – Nasdaq) e Amazon (AMZN – Nasdaq).

Titoli

► Da segnalare il forte calo Schering-Plough Corp (SGP – Nyse), dopo che la Food and Drug Administration (FDA, l’organo Usa di controllo su alimentari e farmaceutici) ha avviato un’indagine sul colosso farmaceutico Usa.

Passa sul fronte dei guadagni la piu’ grande societa’ di infrastrutture software Bea Systems (BEAS – Nasdaq) nonostante abbia dichiarato che le vendite quest’anno potrebbero essere al di sotto delle delle previsioni.

In rosso Computer Associates (CA – Nyse) che sconta l’annuncio dell’indagine formale della Sec.

Sul fronte macroeconomico

► Negativo l’indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti, che e’ salito dello 0,5%, l’incremento maggiore in 11 mesi. Il ‘core rate’, cioe’ l’indice depurato dalle componenti piu’ volatili (settore alimentare ed energetico), e’ aumentato dello 0,3%. Entrambi i dati sono superiori alle stime degli analisti, che avevano previsto un rialzo dello 0,4% per l’indice non depurato e dello 0,2% per il ‘core rate’ (consensus CNBC/Dow Jones).
A trainare al rialzo il dato di aprile sono stati in particolare i prezzi dell’energia.

► Buono, ma meno incisivo, il dato sulle scorte di magazzino, relativo al mese di marzo, che e’ sceso dello 0,3% attestandosi a $1,117 migliaia di miliardi, il livello piu’ basso dall’ottobre del 1999.

► In linea con le stime il dato sulla produzione industriale negli Stati Uniti, aumentata dello 0,4% ad aprile, il quarto rialzo consecutivo e la crescita piu’ marcata dal giugno del 2000.

Per avere piu’ dettagli sui TITOLI CALDI che stanno movimentando la sessione odierna clicca sulla sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!!