WALL STREET: DOW SENZA SEGNALI DI RIPRESA

21 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

A circa due ore dalla chiusura delle borse USA il Dow Jones riprende la sua corsa al ribasso, toccando nuovi minimi relativi alle ultime 52 settimane. Il precedente minimo risaliva al 18 ottobre 2000, a quota 9571,40 punti.

Anche il Nasdaq risente del clima di generale pessimismo, e lascia sul terreno circa l’1%.

Verificare in prima pagina aggiornamento indici in tempo reale.

Sugli investitori pesa la delusione causata martedi’ da una riduzione dei tassi d’interesse inferiore alle aspettative, che si innesta su un quadro di continue delusioni sul fronte aziendale e di mancanza di prospettive di miglioramento.

Sono molti gli analisti che si chiedono se l’intervento sui tassi della Federal Reserve Bank non sia arrivato troppo tardi e in maniera troppo limitata, visto che ancora non si vedono segnali di ripresa per l’economia USA.

Luc Desbiens, portfolio manager per Pictet & co, ritiene che “il mercato era un po’ troppo ottimista nelle sue aspettative sul taglio dei tassi. Adesso, noi non siamo aggressivi sul mercato; stiamo aspettando e cercando buone opportunita’. Sfortunatamente, tutti stanno facendo come noi”.

Sui listini in generale stanno mostrando una tendenza al rialzo il settore trasporti, calzaturiero, semiconduttori, sistemi informatici, bevande, ferroviario, utility.

In calo invece il settore macchinari, difesa, alberghiero, gas naturale, cartario, assistenza medica, editoriale.